Discussion:
abuso di potere della polizia
(troppo vecchio per rispondere)
Sapori & Montorsi Assicurazioni
2004-09-06 15:11:13 UTC
Mia figlia ventitreenne, alla guida di una autovettura noleggiata in loco,
procedeva ,a velocità moderata , max 60 km orari, su una strada statale,
con limite di velocità 80km/h., al rientro da una vacanza
in Puglia.
Una pattuglia della stradale le intima l'alt, e lei accosta. Un agente le
contesta che stava sorpassando e che stava procedendo non rispettando i
limiti. Mia figlia dichiara che non stava sorpassando, in quanto non c'erano
auto in nessun senso di marcia e chiedeva in merito a quale rilevatore
potevano contestargli la velocità, al che, le viene ribadito che "allora"
andava forte. Lei contesta. L'altro agente, la zittisce e le chiede
patente e libretto, che lei consegna prontamente. Questi inizia a scrivere
un verbale, e lei chiede ripetutamente cosa stesse scrivendo, allorchè le
viene risposto , con tono initmidatorio, che se non tace le viene
immediatamente ritirata la patente!!!! Mentre uno degli agenti scriveva il
verbale, l'altro inizia a porle delle domande , in tono falsamente
amichevole, chiamandola per il nome di battesimo : da dove veniva, cosa
faceva nella vita, eccc....dichiarando che voleva il suo numero di cellulare
per poterle telefonare, dato che sarebbe stato trasferito nella nostra città
entro 10 gg. Nel frattempo, l'agente che compilava il verbale sogghignava
alle avances del collega ed infine le chiede di sottoscrivere :lei risponde
che intende dichiarare che contesta il tutto, ma le viene intimato di
firmare o le avrebbero ritirato immediatamente la patente. Alla fine lei
firma (purtroppo!!!), prende una copia del verbale e cerca di allontanarsi
in direzione della propria auto, quando, uno degli agenti, prendendola per
un polso la ferma e si fa dare il numero di cellulare dicendole che le
avrebbe telefonato "per un caffè"!!.
Quando mia figlia mi telefona (era quasi a 1000 km da casa), la invito a
fermarsi al più vicino Comando della Polizia e denunciare il fatto : là le
rispondono che deve avere pazienza, che lei è stata sfortunata perchè ha
incontrato uno "scostumato" , ma non vogliono raccogliere la denuncia; lei
mi ritelefona e io le consiglio di presentarsi al più vicino Comando dei
Carabinieri : là le dicono che nella polizia, come tra i medici, ci sono
quelli buoni e quelli "scostumati" (questo è il termine da loro usato) e che
il maresciallo non è presente , tornerà tra 12 ore e non possono fare nulla
(omertà!) se non c'è lui.
Mia figlia è rientrata a casa, ovviamente amareggiata e con un diavolo per
capello, io pure. Ma non intendo demordere : ho già fissato un incontro con
il maresciallo dei CC del mio Comune ed intendo denunciare gli agenti in
questione per abuso di potere, intimidazione, sopruso e quant'altro.
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)? Quello che io intendo fare
non è ricorrere avvero la contravvenzione, ma al modo disgustoso di prestare
servizio da parte degli agenti.
Preciso che ho la testimonianza della sua amica che era trasportata e che
conferma il tutto.
Grazie
Roberta
p.s. il verbale cita "procedeva a velocità non commisurata creando serio
pericolo per la circolazione " art 141/3.2
·ººÖøÍ_WATER_ÍøÖºº·
2004-09-06 15:17:36 UTC
ti auguro di vincerla sta' causa!!
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Mia figlia ventitreenne, alla guida di una autovettura noleggiata in loco,
procedeva ,a velocità moderata , max 60 km orari, su una strada statale,
con limite di velocità 80km/h., al rientro da una vacanza
in Puglia.
Una pattuglia della stradale le intima l'alt, e lei accosta. Un agente le
contesta che stava sorpassando e che stava procedendo non rispettando i
limiti. Mia figlia dichiara che non stava sorpassando, in quanto non c'erano
auto in nessun senso di marcia e chiedeva in merito a quale rilevatore
potevano contestargli la velocità, al che, le viene ribadito che "allora"
andava forte. Lei contesta. L'altro agente, la zittisce e le chiede
patente e libretto, che lei consegna prontamente. Questi inizia a scrivere
un verbale, e lei chiede ripetutamente cosa stesse scrivendo, allorchè le
viene risposto , con tono initmidatorio, che se non tace le viene
immediatamente ritirata la patente!!!! Mentre uno degli agenti scriveva il
verbale, l'altro inizia a porle delle domande , in tono falsamente
amichevole, chiamandola per il nome di battesimo : da dove veniva, cosa
faceva nella vita, eccc....dichiarando che voleva il suo numero di cellulare
per poterle telefonare, dato che sarebbe stato trasferito nella nostra città
entro 10 gg. Nel frattempo, l'agente che compilava il verbale sogghignava
alle avances del collega ed infine le chiede di sottoscrivere :lei risponde
che intende dichiarare che contesta il tutto, ma le viene intimato di
firmare o le avrebbero ritirato immediatamente la patente. Alla fine lei
firma (purtroppo!!!), prende una copia del verbale e cerca di allontanarsi
in direzione della propria auto, quando, uno degli agenti, prendendola per
un polso la ferma e si fa dare il numero di cellulare dicendole che le
avrebbe telefonato "per un caffè"!!.
Quando mia figlia mi telefona (era quasi a 1000 km da casa), la invito a
fermarsi al più vicino Comando della Polizia e denunciare il fatto : là le
rispondono che deve avere pazienza, che lei è stata sfortunata perchè ha
incontrato uno "scostumato" , ma non vogliono raccogliere la denuncia; lei
mi ritelefona e io le consiglio di presentarsi al più vicino Comando dei
Carabinieri : là le dicono che nella polizia, come tra i medici, ci sono
quelli buoni e quelli "scostumati" (questo è il termine da loro usato) e che
il maresciallo non è presente , tornerà tra 12 ore e non possono fare nulla
(omertà!) se non c'è lui.
Mia figlia è rientrata a casa, ovviamente amareggiata e con un diavolo per
capello, io pure. Ma non intendo demordere : ho già fissato un incontro con
il maresciallo dei CC del mio Comune ed intendo denunciare gli agenti in
questione per abuso di potere, intimidazione, sopruso e quant'altro.
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)? Quello che io intendo fare
non è ricorrere avvero la contravvenzione, ma al modo disgustoso di prestare
servizio da parte degli agenti.
Preciso che ho la testimonianza della sua amica che era trasportata e che
conferma il tutto.
Grazie
Roberta
p.s. il verbale cita "procedeva a velocità non commisurata creando serio
pericolo per la circolazione " art 141/3.2
Conte Oliver
2004-09-06 15:22:35 UTC
Il Mon, 06 Sep 2004 15:11:13 GMT, "Sapori & Montorsi Assicurazioni"
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)?
Questo serve a poco, dato che gli agenti "scostumati" ci sono al sud
come al nord o al centro (e non è che in ogni zona prestano servizio
agenti del luogo!).
Purtroppo mi pare un malcostume assai diffuso succede molto spesso
anche qui (centro Italia): le ragazze giovani e di bell'aspetto
vengono (chissà perchè) fermate molto più spesso dei rudi maschiacci
anche per i semplici controlli.

Ciao
Conte Oliver
(togli le scarpe per mandarmi una e-mail)
Sapori & Montorsi Assicurazioni
2004-09-06 15:35:12 UTC
E' vero, mia figlia, per quattro anni si è recata all'università in auto ed
è stata spesso fermata, ma qua mai nessuno le ha elevato contravvenzioni o
verbali su violazioni non commesse, e tantomeno nessuno ha fatto il "furbo".
Le ragazze di bell'aspetto devono temere i soprusi delle autorità e
pertanto non devono più condurre autoveicoli?
Forse, sarebbe stato meglio per lei che si fosse ricordata che si stà
laureando in giurisprudenza e che viviamo in uno stato di diritto!!!!
Ciao
Roberta
Post by Conte Oliver
Il Mon, 06 Sep 2004 15:11:13 GMT, "Sapori & Montorsi Assicurazioni"
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)?
Questo serve a poco, dato che gli agenti "scostumati" ci sono al sud
come al nord o al centro (e non è che in ogni zona prestano servizio
agenti del luogo!).
Purtroppo mi pare un malcostume assai diffuso succede molto spesso
anche qui (centro Italia): le ragazze giovani e di bell'aspetto
vengono (chissà perchè) fermate molto più spesso dei rudi maschiacci
anche per i semplici controlli.
Ciao
Conte Oliver
(togli le scarpe per mandarmi una e-mail)
pekilan
2004-09-06 17:46:29 UTC
Mi sorprende allora che tua figlia abbia ceduto ad un:
"là le rispondono che deve avere pazienza, che lei è stata sfortunata
perchè ha incontrato uno "scostumato" , ma non vogliono raccogliere la
denuncia; lei mi ritelefona e io le consiglio di presentarsi al più
vicino Comando dei Carabinieri : là le dicono che nella polizia, come
tra i medici, ci sono quelli buoni e quelli "scostumati" (questo è il
termine da loro usato) e che il maresciallo non è presente , tornerà tra
12 ore e non possono fare nulla (omertà!) se non c'è lui."

Infatti tua figlia dovrebbe sapere che la denuncia la scrive Lei, la
firma e la presenta. Se l'impiegato rifiuta di accettarla, intimazione
di omissione di atti d'ufficio (aveva l'amica come testimone ? o no ?).
Sono sicuro che il collega poliziotto non si sarebbe messo nei guai fino
a quel punto per coprire "lo scostumato". Tra l'altro mi pare, prendere
per il polso e con le argomentazioni usate, mi sembrano molestie serie,
forse anche sessuali. Presentazione per sicurezza di una copia anche dai
carabinieri. In ogni caso farsi protocollare una fotocopia per ricevuta.

In quanto alla multa, senza autovelox, per il giudice la vostra parole
vale quanto quella dei due poliziotti. Anche se il giudice avrebbe
respinto il vostro ricorso, resta traccia della contestazione su quei
poliziotti. Quando si sono accumulate un certo numero di contestazioni,
un procuratore in carriera potrebbe, tra qualche anno, dargli del filo
da torcere. Ma se mandate tutti a vino e taralucci insegnate a quei
poliziotti che possono andare avanti impuniti.
Quindi e' anche importante contestare la multa. Del resto come si fa
altrimenti a sostenere che sono state fermate solo per una scusa essendo
due ragazze e da cui e' seguito poi il resto, con le minacce di ritiro
della patente (a cui tua figlia non doveva cedere, infatti avrebbe
dovuto rispondere: "volete ritirarmi la patente ? fattelo, poi state
sicuri che subirete le conseguenze per via ufficiale". Sono sicuro che
il poliziotto costernato avrebbe lasciato perdere. E se era cosi' scemo
da non fare retromarcia, avreste avuto ulteriori elementi per dimostrare
l'abuso. La prima cosa che un'avvocato (tua figlia ?) dovrebbe imparare
e' lasciare che la controparte si intorcolli da solo il cappio al collo,
incitandolo a proseguire nella sua tesi se e' palesemente sbagliata.

Pekilan
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Forse, sarebbe stato meglio per lei che si fosse ricordata che si stà
laureando in giurisprudenza e che viviamo in uno stato di diritto!!!!
Big Boss
2004-09-06 19:28:19 UTC
Post by pekilan
Infatti tua figlia dovrebbe sapere che la denuncia la scrive Lei, la
firma e la presenta. Se l'impiegato rifiuta di accettarla, intimazione
di omissione di atti d'ufficio (aveva l'amica come testimone ? o no ?).
concordo con il Pekilan... la querela ( perchè di tale cosa si tratta ) ,
può essere presentata scritta anche di proprio pugno in qualsiasi ufficio di
Polizia, che ha l' obbligo di Ratificarla apponendo semplicemente una
dicitura sul retro (o altrove ) della memoria presentata dal querelante...
l' unica cosa che è richiesta, per la ratifica di una denuncia/querela, è la
firma di un Ufficiale di Polizia Giudiziaria e non in tutte le stazioni di
Polizia/Carabinieri/Guardia di Finanza/Polizia Municipale l' UPG è presente
h24.... ecco forse il perchè del diniego dell' addetto di quel momento...
nessun problema... basta recarsi ad un altro posto di "polizia" ( dove
intendo una qualsiasi delle sopracitate fdo ) . Se la signorina in questione
è una studentessa di Giurisprudenza, mi chiedo come mai non sapesse queste
cose che sono le basi del Diritto (studiato poco?) ... Saprà anche che ha
tempo 90 giorni per sporgere querela nei confronti degli agenti in
questione.... Si tenga presente che ogni verbale elevato riporta un numero
di matricola in base al quale è possibile risalire ai nominativi degli
agenti accertatori ... si tenga altresì presente che, in questi casi, è
molto probabile che gli stessi, raggiunti da un avviso di garanzia in merito
all' episodio citato, propongano controquerela per calunnia.... ai giudici
l' ardua sentenza...
Saluti
Andrea
Tito
2004-09-07 07:58:11 UTC
Post by Big Boss
Post by pekilan
Infatti tua figlia dovrebbe sapere che la denuncia la scrive Lei, la
firma e la presenta. Se l'impiegato rifiuta di accettarla, intimazione
di omissione di atti d'ufficio (aveva l'amica come testimone ? o no ?).
concordo con il Pekilan... la querela ( perchè di tale cosa si tratta ) ,
può essere presentata scritta anche di proprio pugno in qualsiasi ufficio di
Polizia, che ha l' obbligo di Ratificarla apponendo semplicemente una
dicitura sul retro (o altrove ) della memoria presentata dal querelante...
l' unica cosa che è richiesta, per la ratifica di una denuncia/querela, è la
firma di un Ufficiale di Polizia Giudiziaria e non in tutte le stazioni di
Polizia/Carabinieri/Guardia di Finanza/Polizia Municipale l' UPG è presente
h24.... ecco forse il perchè del diniego dell' addetto di quel momento...
nessun problema... basta recarsi ad un altro posto di "polizia" ( dove
intendo una qualsiasi delle sopracitate fdo ) . Se la signorina in questione
è una studentessa di Giurisprudenza, mi chiedo come mai non sapesse queste
cose che sono le basi del Diritto (studiato poco?) ...
ci risiamo!! vuoi vedere adesso che la colpa è della ragazza perchè non ha
studiato abbastanza?
TITO
sandro
2004-09-07 08:08:15 UTC
per la multa dai un'occhiata a questo post..
credo che quella dovrai pagarla.
buona fortuna per il resto.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
sandro
2004-09-07 08:08:33 UTC
per la multa dai un'occhiata a questo post..
credo che quella dovrai pagarla.
buona fortuna per il resto.

http://arianna.libero.it/usenet/cgi-bin/ViewArticle.epl?MESSAGE_ID=%3C80Z183Z103Z110Y1093492368X6225%40usenet%2Elibero%2Eit%3E&TABLES=RECENT_MSG&QTERMS=multa&CATEG_PARAM=Hobby&SOTTOCATEG_PARAM=Auto%20e%20moto&GRUPPO=it%2Ediscussioni%2Eauto

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
pekilan
2004-09-07 21:27:02 UTC
Se la ragazza va al processo e lo vince dimostrando che e' stata fermata
pretestuosamente, un qualsiasi avvocato e' capace di far cancellare la
multa.

Pekilan
Post by sandro
per la multa dai un'occhiata a questo post..
credo che quella dovrai pagarla.
Sapori & Montorsi Assicurazioni
2004-09-07 16:06:48 UTC
............Ho dimenticato! Nel fotocopiare il verbale da allegare
all'esposto, ho rilevato che l'agente che lo ha compilato ha "anche"
sbagliato la targa dell'auto!!!!!!!
Roberta
Post by Big Boss
Post by pekilan
Infatti tua figlia dovrebbe sapere che la denuncia la scrive Lei, la
firma e la presenta. Se l'impiegato rifiuta di accettarla, intimazione
di omissione di atti d'ufficio (aveva l'amica come testimone ? o no ?).
concordo con il Pekilan... la querela ( perchè di tale cosa si tratta ) ,
può essere presentata scritta anche di proprio pugno in qualsiasi ufficio di
Polizia, che ha l' obbligo di Ratificarla apponendo semplicemente una
dicitura sul retro (o altrove ) della memoria presentata dal querelante...
l' unica cosa che è richiesta, per la ratifica di una denuncia/querela, è la
firma di un Ufficiale di Polizia Giudiziaria e non in tutte le stazioni di
Polizia/Carabinieri/Guardia di Finanza/Polizia Municipale l' UPG è presente
h24.... ecco forse il perchè del diniego dell' addetto di quel momento...
nessun problema... basta recarsi ad un altro posto di "polizia" ( dove
intendo una qualsiasi delle sopracitate fdo ) . Se la signorina in questione
è una studentessa di Giurisprudenza, mi chiedo come mai non sapesse queste
cose che sono le basi del Diritto (studiato poco?) ... Saprà anche che ha
tempo 90 giorni per sporgere querela nei confronti degli agenti in
questione.... Si tenga presente che ogni verbale elevato riporta un numero
di matricola in base al quale è possibile risalire ai nominativi degli
agenti accertatori ... si tenga altresì presente che, in questi casi, è
molto probabile che gli stessi, raggiunti da un avviso di garanzia in merito
all' episodio citato, propongano controquerela per calunnia.... ai giudici
l' ardua sentenza...
Saluti
Andrea
D.J.
2004-09-08 08:00:36 UTC
Big Boss ha scritto:

Se la signorina in questione
Post by Big Boss
è una studentessa di Giurisprudenza, mi chiedo come mai non sapesse queste
cose che sono le basi del Diritto (studiato poco?) ... Saprà anche che ha
tempo 90 giorni per sporgere querela nei confronti degli agenti in
questione....
oooh ma quanto è erudito questo Boss!!!
Potresti continuare per favore?
La tua sapienza mi eccita...

Doctor Juris
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Sb
2004-09-06 19:58:39 UTC
Post by pekilan
Infatti tua figlia dovrebbe sapere che la denuncia la scrive Lei, la
firma e la presenta. Se l'impiegato rifiuta di accettarla, intimazione
di omissione di atti d'ufficio (aveva l'amica come testimone ? o no ?).
Confermo. Aggiungo che con i Carabinieri sono tendenzialmente più seri. Una
volta ho avutio problemi analoghi e fui chiamato da un Capitano
incazzatissimo che non vedeva l'ora di indivuduare i colpevoli e dargli
quello che si meritavano.
acme
2004-09-09 06:35:11 UTC
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
E' vero, mia figlia, per quattro anni si è recata all'università in auto ed
è stata spesso fermata, ma qua mai nessuno le ha elevato contravvenzioni o
verbali su violazioni non commesse, e tantomeno nessuno ha fatto il "furbo".
Credo semplicemente faccia una strada dove si appostano spesso.
Sono un ragazzo e mi fermano spesso, per dire. Ed è sempre nella stessa
strada.
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Le ragazze di bell'aspetto devono temere i soprusi delle autorità e
pertanto non devono più condurre autoveicoli?
A sentire le mie amiche con loro almeno sono gentili :-)e non hanno quel
tono da detective sospettoso che usano con me. :-)

ciao
El Puma
2004-09-09 14:46:52 UTC
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
E' vero, mia figlia, per quattro anni si è recata all'università in auto ed
è stata spesso fermata, ma qua mai nessuno le ha elevato contravvenzioni o
verbali su violazioni non commesse, e tantomeno nessuno ha fatto il "furbo".
Le ragazze di bell'aspetto devono temere i soprusi delle autorità e
pertanto non devono più condurre autoveicoli?
a volte noi genitori pensiamo che i nostri figli siano angeli che dicono
sempre la verita, che non sbagliano mai, che conoscono le leggi e le
rispettano, ecc. ma sono solo degli esseri umani, come noi e come tutti,
quindi fallibili. ti sei accertata della veridicita' dei fatti? come? e ne
sei sicura?

--
---
El Puma

Inviato da www.mynewsgate.net
Ronson
2004-09-07 12:17:56 UTC
Post by Conte Oliver
Il Mon, 06 Sep 2004 15:11:13 GMT, "Sapori & Montorsi Assicurazioni"
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)?
Questo serve a poco, dato che gli agenti "scostumati" ci sono al sud
come al nord o al centro (e non è che in ogni zona prestano servizio
agenti del luogo!).
Purtroppo mi pare un malcostume assai diffuso succede molto spesso
anche qui (centro Italia): le ragazze giovani e di bell'aspetto
vengono (chissà perchè) fermate molto più spesso dei rudi maschiacci
anche per i semplici controlli.
Guarda, io penso tutto il bene possibile delle forze dell'ordine italiane:
fanno un lavoro difficile, di grande responsabilita', e sono pagati un
tozzo di pane. Sono costretti ad avere a che fare con gente che guadagna
10 volte loro facendo un beneamato nulla (vedi gli avvocati, e anche i
giudici rispetto a loro sono dei privilegiati).

Posso pero' purtroppo confermare che in passato e' successo anche a me di
subire piccole ripicche solo perche' magari ero in giro a divertirmi con
una ragazza carina in macchina o in moto: fermato e perquisito alle
dogane, battute della stradale, ecc ecc. Nulla pero' mai di cosi' pesante.

Mi capitava pero' in giro per le strade italiane di vedere ragazze carine
fermate e agenti che dicevano cose senza senso (allungavo l'orecchio e
sentivo, una volta volevo intervenire).

Io penso che e' nell'interesse della polizia italiana combattere
pesantemente questi comportamenti allucinanti ed e' compito di chi li
subisce denunciarli fermamente.

-------
Consulenza legale di base senza che vi mettano le mani nelle tasche e vi
svuotino il portafoglio?

www.comemidifendo.it
felix.
2004-09-06 20:59:39 UTC
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Mia figlia ventitreenne, alla guida di una autovettura noleggiata in loco,
procedeva ,a velocità moderata , max 60 km orari, su una strada statale,
.............................................................................
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)?
Fatto esecrabile senza dubbio,non meno del tuo post che trasuda
pregiudizio,l'avventurarci poi,e' la ciliegina sulla torta.
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Ronson
2004-09-07 12:13:13 UTC
Post by felix.
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Mia figlia ventitreenne, alla guida di una autovettura noleggiata in loco,
procedeva ,a velocità moderata , max 60 km orari, su una strada statale,
.............................................................................
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)?
Fatto esecrabile senza dubbio,non meno del tuo post che trasuda
pregiudizio,l'avventurarci poi,e' la ciliegina sulla torta.
Ma cosa dici felix??????? Altro che pregiudizio: la persona in questione
e' stata fin troppo pacata nell'esposizione.
felix.
2004-09-07 14:06:23 UTC
Post by Ronson
Post by felix.
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Mia figlia ventitreenne, alla guida di una autovettura noleggiata in loco,
procedeva ,a velocità moderata , max 60 km orari, su una strada statale,
............................................................................
Post by Ronson
Post by felix.
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)?
Fatto esecrabile senza dubbio,non meno del tuo post che trasuda
pregiudizio,l'avventurarci poi,e' la ciliegina sulla torta.
Ma cosa dici felix??????? Altro che pregiudizio: la persona in questione
e' stata fin troppo pacata nell'esposizione.
Non mi riferivo al comportamento di quegli imbecilli,ma al chiosare
sul fatto che e' successo al Sud Italia.
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
pekilan
2004-09-07 21:33:50 UTC
Da un lato e' vero che il comportamento di quegli imbecilli e' piu'
frequente in una cultura maschilista come quella del Sud Italia.
Infatti, parlando con amici pugliesi, mi dicono che se una o due donne
vanno in giro "da sole" sono probabilmente "donne facili".
Dall'altro, pero e' vero che anche nel profondo di certe campagne padane
e di certe vallate alpine esiste lo stesso identico pregiudizio contro
le donne "sole".
Quindi hai ragione, il fatto di sottolineare che e' avvenuto nel Sud
Italia e' da razzisti. Un po' come quando un giornale titola "Pirata
della strada albanese uccide bambina". Come se l'essere albanese avesse
a che fare con il fatto che guidasse da pirata della strada: forse che
non esistono anche italiani pirati della strada ?
Post by felix.
Non mi riferivo al comportamento di quegli imbecilli,ma al chiosare
sul fatto che e' successo al Sud Italia.
Rubi
2004-09-07 22:44:37 UTC
On Tue, 07 Sep 2004 23:33:50 +0200, pekilan
Post by pekilan
Da un lato e' vero che il comportamento di quegli imbecilli e' piu'
frequente in una cultura maschilista come quella del Sud Italia.
Infatti, parlando con amici pugliesi, mi dicono che se una o due donne
vanno in giro "da sole" sono probabilmente "donne facili".
Io sono una meridionale purosangue di Napoli e questa mentalità la
ritengo arretrata e stupida! E se una donna è veramente sola e
costretta ad uscire sola? Come dovrebbe fare secondo loro, tapparsi in
casa! Sì come facevano le donne siciliane di un tempo! (senza offesa
per i siciliani), non frulla nella loro testa imbecille che una donna
sola potrebbe uscire ad un certo orario per andare a lavorare! Oppure
esce sola perchè qualcuno che le fa compagnia non c'è l'ha! Che cosa
devono fare queste donne spararsi! Secondo loro. Anche nella mia città
io ad una cert'ora da sola non potrei uscire altrimenti mi potrebbero
dare fastidio in mille.
A presto Rubi
pekilan
2004-09-08 15:35:27 UTC
Scusa, che c'entra Napoli ? siete l'area industriale del Sud.
E come nel milanese sono meno bigotti che nel resto della padania, cosi
voi siete piu' avanzati che nel resto del Sud. Tra l'altro mi sembra che
le donne napoletane hanno anche spesso i "pantaloni in casa" :-)

Pekilan
Post by Rubi
Io sono una meridionale purosangue di Napoli e questa mentalità la
ritengo arretrata e stupida! E se una donna è veramente sola e
Rubi
2004-09-08 23:45:20 UTC
On Wed, 08 Sep 2004 17:35:27 +0200, pekilan
Post by pekilan
Scusa, che c'entra Napoli ? siete l'area industriale del Sud.
E come nel milanese sono meno bigotti che nel resto della padania, cosi
voi siete piu' avanzati che nel resto del Sud. Tra l'altro mi sembra che
le donne napoletane hanno anche spesso i "pantaloni in casa" :-)
E
Era un paragone, ma non capisci mai quando leggi i post?
Volevo dire che lo stesso problema c'è l'ho anche io a Napoli che ad
una certa ora le donne sole hanno dei problemi con molestari.
Rubi
pekilan
2004-09-10 17:10:59 UTC
Ho capito benissimo e confermo. Il problema tuo e' paragonabile a quello
di una milanese che gira per la citta' dopo una certa ora. Ma se e' per
questo, anche un'uomo solo ha problemi, perlomeno gli rubano l'orologio.
(ho un'amico napoletano). Non si tratta di un problema di maschilismo,
ma di delinquenza comune e disagio sociale (disoccupati ed immigrati)
che forse si risolve con la tolleranza zero, ma con i buonisti che
regnano da voi ....
Se invece esci ad ore "normali" quelle in cui, anche la persona anziana
gira tranquilla, non dirmi che a Napoli ti molestano (salvo forse certi
quartieri, ma e' lo stesso anche nella tedesca Amburgo o qualsiasi altra
grande citta': ci sono posti off-limits a causa della delinquenza locale).
Il problema che invece hanno nel resto del meridione, che non importa a
che ora, anche in pieno giorno, una o anche due donne sole hanno un'alta
probabilita' di essere molestate.

Pekilan
Post by Rubi
Era un paragone, ma non capisci mai quando leggi i post?
Volevo dire che lo stesso problema c'è l'ho anche io a Napoli che ad
una certa ora le donne sole hanno dei problemi con molestari.
Rubi
2004-09-10 18:50:21 UTC
On Fri, 10 Sep 2004 19:10:59 +0200, pekilan
Post by pekilan
Se invece esci ad ore "normali" quelle in cui, anche la persona anziana
gira tranquilla, non dirmi che a Napoli ti molestano
Non mi molestano, ma scappa la parolina di uomini, addirittura mi
hanno fermata più volte per fare amicizia, parlare, che poi già si sa
che ci
volevano provare e questo quando sono sola. E mi chiedo sempre
perchè! Sono la donna che sono stata più fermata quando solo sola a
Napoli. Non so se è capitato anche ad altre. Non so che ho io che devo
essere fermata e scappa la parolina..
A presto Rubi
Dracula
2004-09-07 01:14:44 UTC
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Una pattuglia della stradale le intima l'alt, e lei accosta. Un agente le
contesta che stava sorpassando e che stava procedendo non rispettando i
limiti. Mia figlia dichiara che non stava sorpassando, in quanto non c'erano
auto in nessun senso di marcia
apparte tutto il resto...ma questa è la cosa che mi sciocca di +...ma che
cazzo di faccia tosta hanno certi agenti?
spesso se ne approfittano...troppo...
g
2004-09-07 06:06:27 UTC
Procedi come hai detto non tralasciando che la P.S. e i C.C. non hanno
voluto ricevere la denuncia minimizzando l'accaduto. Nel mio comune invece
alcuni agenti si facevano dare contanti per evitare di elevare ingiuste
contravvenzioni. La fine?!?!?..... li hanno "beccati" grazie a persone come
te che hanno denunciato l'accaduto.
Forse sarò un idealista ma certa gente pone fango ache sulla brava gente non
credi?
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Mia figlia ventitreenne, alla guida di una autovettura noleggiata in loco,
procedeva ,a velocità moderata , max 60 km orari, su una strada statale,
con limite di velocità 80km/h., al rientro da una vacanza
in Puglia.
Una pattuglia della stradale le intima l'alt, e lei accosta. Un agente le
contesta che stava sorpassando e che stava procedendo non rispettando i
limiti. Mia figlia dichiara che non stava sorpassando, in quanto non c'erano
auto in nessun senso di marcia e chiedeva in merito a quale rilevatore
potevano contestargli la velocità, al che, le viene ribadito che "allora"
andava forte. Lei contesta. L'altro agente, la zittisce e le chiede
patente e libretto, che lei consegna prontamente. Questi inizia a scrivere
un verbale, e lei chiede ripetutamente cosa stesse scrivendo, allorchè le
viene risposto , con tono initmidatorio, che se non tace le viene
immediatamente ritirata la patente!!!! Mentre uno degli agenti scriveva il
verbale, l'altro inizia a porle delle domande , in tono falsamente
amichevole, chiamandola per il nome di battesimo : da dove veniva, cosa
faceva nella vita, eccc....dichiarando che voleva il suo numero di cellulare
per poterle telefonare, dato che sarebbe stato trasferito nella nostra città
entro 10 gg. Nel frattempo, l'agente che compilava il verbale sogghignava
alle avances del collega ed infine le chiede di sottoscrivere :lei risponde
che intende dichiarare che contesta il tutto, ma le viene intimato di
firmare o le avrebbero ritirato immediatamente la patente. Alla fine lei
firma (purtroppo!!!), prende una copia del verbale e cerca di allontanarsi
in direzione della propria auto, quando, uno degli agenti, prendendola per
un polso la ferma e si fa dare il numero di cellulare dicendole che le
avrebbe telefonato "per un caffè"!!.
Quando mia figlia mi telefona (era quasi a 1000 km da casa), la invito a
fermarsi al più vicino Comando della Polizia e denunciare il fatto : là le
rispondono che deve avere pazienza, che lei è stata sfortunata perchè ha
incontrato uno "scostumato" , ma non vogliono raccogliere la denuncia; lei
mi ritelefona e io le consiglio di presentarsi al più vicino Comando dei
Carabinieri : là le dicono che nella polizia, come tra i medici, ci sono
quelli buoni e quelli "scostumati" (questo è il termine da loro usato) e che
il maresciallo non è presente , tornerà tra 12 ore e non possono fare nulla
(omertà!) se non c'è lui.
Mia figlia è rientrata a casa, ovviamente amareggiata e con un diavolo per
capello, io pure. Ma non intendo demordere : ho già fissato un incontro con
il maresciallo dei CC del mio Comune ed intendo denunciare gli agenti in
questione per abuso di potere, intimidazione, sopruso e quant'altro.
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)? Quello che io intendo fare
non è ricorrere avvero la contravvenzione, ma al modo disgustoso di prestare
servizio da parte degli agenti.
Preciso che ho la testimonianza della sua amica che era trasportata e che
conferma il tutto.
Grazie
Roberta
p.s. il verbale cita "procedeva a velocità non commisurata creando serio
pericolo per la circolazione " art 141/3.2
Ronson
2004-09-07 12:12:34 UTC
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Mia figlia è rientrata a casa, ovviamente amareggiata e con un diavolo per
capello, io pure. Ma non intendo demordere : ho già fissato un incontro con
il maresciallo dei CC del mio Comune ed intendo denunciare gli agenti in
questione per abuso di potere, intimidazione, sopruso e quant'altro.
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)? Quello che io intendo fare
non è ricorrere avvero la contravvenzione, ma al modo disgustoso di prestare
servizio da parte degli agenti.
Preciso che ho la testimonianza della sua amica che era trasportata e che
conferma il tutto.
Povera italietta repressa :-((((( Ste cose pensavo appartenessero al
passato.

In ogni caso ti consiglio di bypassare la polizia giudiziaria presentando
direttamente esposto presso la Procura della Repubblica della tua citta'.

Mi raccomando: NON LASCIATE CADERE LA COSA. Se e quando verra' accertata
la penale responsabilita' degli agenti potrete anche rivalervi per i danni.

Nel sito in firma troverai dettagli su cosa sia e come presentare un
esposto.

-------
Consulenza legale di base senza che vi mettano le mani nelle tasche e vi
svuotino il portafoglio?

www.comemidifendo.it
Sapori & Montorsi Assicurazioni
2004-09-07 16:00:46 UTC
Ringrazio tutti della disponibilità e dei suggerimenti, che mi risulteranno
preziosi.
Nella mattinata odierna mi sono recata, insieme a mia figlia, alla stazione
Carabinieri del mio Comune, e riferendo al Maresciallo l'accaduto.
Ovviamente, come mi aspettavo, ho ricevuto consigli in merito, ma avrò
necessità dell'assistenza del mio penalista (che si trova in ferie).
Preciso, per dovere di chiarezza, che mia figlia ritengo abbia studiato a
sufficienza, dato che fra 20 giorni si laurea (non mini-laurea) alla
veneranda età di quasi 23 anni. Questa era la vacanza che le avevo regalato
per la laurea.
Intendo precisare che mia figlia sapeva perfettamente che i termini della
querela sono 90gg. , ma io stessa, telefonicamente, le ho suggerito di
recarsi subito alla stazione di Polizia più vicina, proprio perchè, in fase
giudiziaria non emergesse , come voi ben sapete che avrebbe potuto
succedere, che l'esposto era stato presentato successivamente inventandosi
di sana pianta l'accaduto, (seppur con una teste, ma anche loro sono in
due, ) e molto probabilmente il giudice avrebbe ritenuto più attendibile la
testimonianza di agenti delle Forze dell'Ordine, con il rischio di una
controquerela per calunnia. (rischio ancora in essere....!)
Ha intanto stilato una memoria scritta, da inviarsi per raccomandata al
Questore di C......., e p.c. al Ministero dell'Interno, alla pol. strad. di
C......., ai Carabinieri di C......., alla stazione della Polizia Stradale
della nostra città (dato che il tizio in questione aveva detto che qui
sarebbe stato trasferito), in cui, oltre all'esposizione dettagliata dei
fatti e degli eventi che si sono succeduti presso le Stazioni sia di Polizia
che dei CC, precisa che si aspetta una risposta da parte dei superiori
degli agenti in questione, entro 30 gg dalla data di ricevimento della
Racc. R.R.; in caso di mancata risposta provvederà ad informare la stampa
sia della città in cui si è verificato il fatto sia quella nostra città,
riservandosi, comunque il diritto di presentare querela.
Mi scuso se ho usato un linguaggio che avrà certamente potuto offendere i
meridionali, ma non era mio intendimento:
ho amici meridionali che stimo moltissimo,persone fidatissime e che si
farebbero in quattro nel caso avessi bisogno di loro.
Tantomeno ce l'ho con le forze dell'Ordine : ho amici integerrimi nella
Polizia e parenti che sono Ufficiali dell'Arma, di un rigore morale
profondissimo, e proprio per questo sono indignata dal comportamento di
coloro che non hanno rispetto per la divisa che portano; ho trasmesso questi
valori a mia figlia, che , nel corso degli eventi succedutegli, non riusciva
a credere a ciò che le stava capitando , tantopiù, che a Giurisprudenza in
nessuna materia studiata le veniva insegnato come difendersi dagli abusi,
dalle intimidazioni e dai soprusi delle Autorità.
Grazie a tutti
Roberta
Post by Ronson
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Mia figlia è rientrata a casa, ovviamente amareggiata e con un diavolo per
capello, io pure. Ma non intendo demordere : ho già fissato un incontro con
il maresciallo dei CC del mio Comune ed intendo denunciare gli agenti in
questione per abuso di potere, intimidazione, sopruso e quant'altro.
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)? Quello che io intendo fare
non è ricorrere avvero la contravvenzione, ma al modo disgustoso di prestare
servizio da parte degli agenti.
Preciso che ho la testimonianza della sua amica che era trasportata e che
conferma il tutto.
Povera italietta repressa :-((((( Ste cose pensavo appartenessero al
passato.
In ogni caso ti consiglio di bypassare la polizia giudiziaria presentando
direttamente esposto presso la Procura della Repubblica della tua citta'.
Mi raccomando: NON LASCIATE CADERE LA COSA. Se e quando verra' accertata
la penale responsabilita' degli agenti potrete anche rivalervi per i danni.
Nel sito in firma troverai dettagli su cosa sia e come presentare un
esposto.
-------
Consulenza legale di base senza che vi mettano le mani nelle tasche e vi
svuotino il portafoglio?
www.comemidifendo.it
Big Boss
2004-09-07 19:52:35 UTC
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Nella mattinata odierna mi sono recata, insieme a mia figlia, alla stazione
Carabinieri del mio Comune, e riferendo al Maresciallo l'accaduto.
Ovviamente, come mi aspettavo, ho ricevuto consigli in merito, ma avrò
necessità dell'assistenza del mio penalista (che si trova in ferie).
Eh si... per fare una querela od un esposto c' è necessità del penalista...
ma mi faccia il piacere !!! ;-)
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Preciso, per dovere di chiarezza, che mia figlia ritengo abbia studiato a
sufficienza, .
Intendo precisare che mia figlia sapeva perfettamente che i termini della
querela sono 90gg. , ma io stessa, telefonicamente, le ho suggerito di
recarsi subito alla stazione di Polizia più vicina, proprio perchè, in fase
giudiziaria non emergesse , come voi ben sapete che avrebbe potuto
succedere, che l'esposto era stato presentato successivamente inventandosi
di sana pianta l'accaduto, (seppur con una teste, ma anche loro sono in
due, ) e molto probabilmente il giudice avrebbe ritenuto più attendibile la
testimonianza di agenti delle Forze dell'Ordine, con il rischio di una
controquerela per calunnia. (rischio ancora in essere....!)
Come ho già risposto al post iniziale, non volevo essere polemico... ma mi
sembra tutt' ora che non abbiate ben chiara una cosa : non occorre essere
studente di Giurisprudenza nè essere un "genio" come tua figlia per
presentare un esposto o querela ... basta presentarla ad un qualsiasi U.P.G.
che HA L' OBBLIGO di ratificarla ( l' omissione è penale, e questo tua
figlia DEVE saperlo, altrimenti è meglio che non si laurei.... )
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Ha intanto stilato una memoria scritta, da inviarsi per raccomandata al
Questore di C......., e p.c. al Ministero dell'Interno, alla pol. strad. di
C......., ai Carabinieri di C......., alla stazione della Polizia Stradale
della nostra città (dato che il tizio in questione aveva detto che qui
sarebbe stato trasferito), in cui, oltre all'esposizione dettagliata dei
fatti e degli eventi che si sono succeduti presso le Stazioni sia di Polizia
che dei CC, precisa che si aspetta una risposta da parte dei superiori
degli agenti in questione, entro 30 gg dalla data di ricevimento della
Racc. R.R.; in caso di mancata risposta provvederà ad informare la stampa
sia della città in cui si è verificato il fatto sia quella nostra città,
riservandosi, comunque il diritto di presentare querela.
Null' altro ? ;-) era rimasto il Presidente del Consiglio, quello della
Republlica etc. etc... ;-) Scherzo ovviamente ... ma non ti aspettare
risposte ufficiali nè credere di averne diritto... nulla li obbliga a
risponderti entro trenta giorni e se scriverai ai giornali, potresti
aspettarti una querela da parte del Dipartimento della Pubblica Sicurezza
per diffamazione o quant' altro... non ci scherzerei troppo, anche perchè da
madre, senza offesa, credo tu tenda a romanzare un po' la cosa...
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Tantomeno ce l'ho con le forze dell'Ordine : ho amici integerrimi nella
Polizia e parenti che sono Ufficiali dell'Arma, di un rigore morale
profondissimo, e proprio per questo sono indignata dal comportamento di
coloro che non hanno rispetto per la divisa che portano;
Benissimo.... sono contento di queste tue affermazioni e fra poco ti
spiegherò il perchè...
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
ho trasmesso questi
valori a mia figlia, che , nel corso degli eventi succedutegli, non riusciva
a credere a ciò che le stava capitando , tantopiù, che a Giurisprudenza in
nessuna materia studiata le veniva insegnato come difendersi dagli abusi,
dalle intimidazioni e dai soprusi delle Autorità.
Scusa, ma credo che tu stia sottovalutando tua figlia... se VERAMENTE ha
studiato, trova tutte questi "insegnamenti" nel Codice Penale ed in quello
di Procedura Penale, che sono alla base della Laurea in Giurisprudenza... se
non lo sa da sola, significa che, come purtroppo molte studentesse modello,
a suo tempo ha solo imparato a memoria una accozzaglia di articoli senza
imparare a consultare il Codice... scusami, ma voglio credere che LEI sappia
come difendersi e che il tuo sia solo uno sfogo comprensibile di madre...


Vabbè... è ora di fare "outing" ... sono un appartenente alla Polizia di
Stato che crede ancora nella divisa e nelle istituzioni... purtroppo nella
mia pur breve carriera ( otto anni ) ho già arrestato parecchi colleghi per
reati ben più gravi di quelli che tu sembri voler esporre... sono il primo a
dire che le mele marce vanno rimosse immediatamente per non far sfigurare
chi , come me, svolge onestamente il suo lavoro e sacrifica a questo anche
la propria vita privata... non voglio raccontare ulteriori particolari per
discrezione ed anche perchè, se come dici hai parenti nelle fdo, sai quanto
possa esser pericoloso in questi newsgroup esporsi, mettendo magari a
rischio anche l' incolumità dei propri familiari...

Torno all' episodio di tua figlia... purtroppo alcuni colleghi non si
comportano correttamente e non conoscono la deontologia professionale...
certamente l' episodio che tu hai vissuto in seconda persona ti è sembrato
tragico e voglio credere al 100% che sia vero, invitandoti ad andare fino in
fondo affinchè i colleghi siano puniti... credo anche di averti indicato,
nei post precedenti quale sia la strada da seguire e quali gli accorgimenti
da adottare ( il nr. di verbale permette di risalire agli agenti accettatori
quand' anche abbiano omesso i loro dati anagrafici ) ...
Allo stesso tempo vorrei scagliare una pietra nei confronti di tanti altri
colleghi.... ed in particolare parlando di voi donne... sapessi quante di
voi, fermate dagli appartenenti alle fdo per infrazioni al codice della
strada o peggio, sfoderano tutta la civetteria ed il fascino femminile al
fine di eludere un verbale di contestazione... e non mi venire a dire che
non è vero, perchè mi accade ogni giorno e non sono certo bello come James
Dean ma assomiglio semmai di più al Gabibbo ;-) !!!
Certo, è sbagliato il comportamento dei colleghi che si intrattengono troppo
con "l' utente" ed instaurano con egli/ella una relazione troppo
confidenziale...
Da parte mia il rapporto interpersonale è sempre stato improntato alla
cortesia ed alla terza persona singolare.... io dò e pretendo del Lei, e a
chi si rivolge a me in altro modo preciso di non essere suo amico nè
parente, pur mantenendo un tono cortese...
Vedo che alcuni appartenti a questo newsgroup hanno detto di essere stati
talvolta fermati "apparentemente senza motivo" e di esser stati lasciati
andare "perchè erano accompagnate dal ragazzo" o quant' altro.... non dico
che tutti/e abbiano ragione sul "senza motivo", ma vorrei fosse noto cosa è
succeso a noi "poveri operatori della strada" ( tutti gli appartenti alle
fdo) dopo il famoso 11 settembre... siamo tempestati di pressioni da parte
dei nostri superiori per "identificare" quante più persone possibile nell'
arco del turno di servizio, al fine di "tracciare" la situazione in Italia e
di dare comunque una visibilità alle fdo... ecco perchè vi potrà capitare di
essere fermati senza apparente motivo , di vedervi richiesto un documento e
di dover attendere per qualche minuto l' esito di una interrogazione al
terminale... abbiate pazienza, ma anche noi stiamo facendo il nostro
lavoro... ci viene chiesto di "riportare in ufficio" 10 nominativi e noi
dobbiamo a tutti i costi farlo... e la gente spesso non capisce che all'
"extracomunitario sozzone che chiede l' elemosina al semaforo" abbiamo già
chiesto il nominativo già 10 volte questo mese e pertanto dobbiamo chiederlo
all' apparente cittadino ben vestito ( lui/lei) al solo fine di alimentare
questa banca dati che permette non solo di "trovare il delinquente", ma
anche di "escludere il cittadino perbene dalla lista dei delinquenti"...
Certo che può capitare di chiedere il documento anche ad una bella
ragazza/donna... e meno male che capita !!! E deve capitare, anche perchè,
se potessi raccontare particolari, scoprireste come dietro a tante belle
donne ben vestite si nascondano spesso corrieri della droga o peggio....
Ora credo di avervi tediati abbastanza...
Spero solo di aver fatto capire che in Italia, non ci sono solo i poliziotti
corrotti ed i carabinieri scansafatiche, ma anche chi, come me, ancora crede
in questo lavoro... abbiate un occhio di riguardo e pensate che al posto di
chi vi sta chiedendo i documenti potrebbe esserci vostro
marito/moglie/figlio/figlia che sta facendo il suo lavoro...
Grazie ancora a chi avrà avuto la pazienza di leggere e rinnovo l' invito
all' autrice di questo post ad andare fino in fondo se crede di essere nella
ragione, ma anche a stare attenta a non romanzare troppo la cosa,
attenendosi solo alla stretta verità, per non cadere nella diffamazione e
nella calunnia.

Andrea
Tex29
2004-09-07 20:32:16 UTC
Post by Big Boss
Allo stesso tempo vorrei scagliare una pietra nei confronti di tanti altri
colleghi....
Non farlo, dai, poveri colleghi!
Casomai, spezza una lancia a loro favore ;-)
--
Ciao,
Francesco
Risposte solamente sul newsgroup
Piergiorgio Pasiol
2004-09-08 02:13:42 UTC
Post by Big Boss
siamo tempestati di pressioni da parte
dei nostri superiori per "identificare" quante più persone possibile
nell' arco del turno di servizio, al fine di "tracciare" la situazione
in Italia e di dare comunque una visibilità alle fdo...
Lo sospettavo e ora ho la conferma :-)

Ciao
Sapori & Montorsi Assicurazioni
2004-09-08 11:52:55 UTC
....sono certa che conosci la differenza tra un esposto e una querela. Nel
secondo caso, in tribunale, mi assisti tu? o non è forse meglio un
penalista? Un giudice è sempre obiettivo o non tende invece a dare più
credibilità agli agenti della Polizia? Come tu giustamente dici, un
qualsiasi U.P.G. ha l'obbligo di raccogliere e ratificare, ma se ti dicono
che questo non è presente, ma arriva dopo 14 ore, che fai?
Nulla di tutto quello che ho riferito è romanzato, anzi, se tu leggessi
l'esposto da lei scritto avresti, come me e le persone che lo hanno letto,
l'impressione di vedere un film : si è semplicemente attenuta a descrivere i
fatti, con lucidità, chiarezza e senza enfasi.Ti ricordo, inoltre, che era
presente anche una persona trasportata sull'auto, che ha assistito
direttamente agli eventi. Sicuramente avrà destato i sospetti degli agenti
il fatto che un auto circolasse con luci accese, finestrini chiusi senza
mani penzolanti o braccia sporgenti, con conducente e trasportato che
portavano cinture di sicurezza e con il rispetto dei limiti di velocità, in
una zona in cui nessuno rispetta il c.d.s.: questo il motivo
dell'accertamento.(?)
Ma la cosa che mi indigna (essere fermati da una pattuglia è normale) è
invece l'intimidazione, l'abuso di potere, ecc.....
Ti dirò: nella mia professione mi sono trovata a dovere denunciare gravi
reati, ho pertanto, non solo collaborato con le forze dell'ordine nel corso
delle inchieste, ma ho dato la mia piena disponibilità al riconoscimento
fisico dei delinquenti (nonostante avessi ricevuto minacce fisiche sia nei
miei confronti sia nei confronti della mia famiglia); anche per questo
motivo (ho visto agenti "sbattersi" per anni per condurre un indagine e
identificare finalmente tutti i componenti, e alla fine dell'indagine dovere
trasmettere i fascicoli perchè di competenza di città distanti 700 Km , con
rischio di insabbiamento(? )), farò e farò fare tutto quanto sarà
lecitamente possibile perchè gli agenti , non degni di esserlo,vengano
puniti.
Guarda che non voglio ergermi a paladina dell'ordine, nè tantomeno "mi sento
ferita nell'onore", ma semplicemento sono un poco inc.......
So leggere, e sò che nel verbale ci sono i nomi di coloro che lo hanno
redatto, ma questo a me che interessa? Sarà compito dei loro superiori
redarguirli a dovere.
Ed infine,a proposito delle dolci donzelle che sfoderano civetteria per
sottrarsi ad un sanzione amministrativa : trovo veramente patetico ciò,
perdere la propria dignità ( che non ha prezzo) per una manciata di euro, !!
(Non era comunque il caso di mia figlia , non siatteggia a scema o a
civetta, non è nel suo stile!)
E non voglio fare la femminista : semplicemente sono cittadina di uno stato
libero, in cui uomini e donna hanno pari diritti e pari doveri , compresi
gli agenti della polizia stradale.
Scusami se ti sono apparsa polemica, ma non voglio difendere i diritti di
mia figlia in quanto donna , lo avrei fatto anche se fosse successo a mio
figlio , a proposito del quale ti voglio raccontare una storiella curiosa
accadutagli (così concludiamo sorridendo un pò). Lui, studente
universitario, vive in una città vicina per motivi di studio portandosi
l'auto. Un sabato pomeriggio aveva parcheggiato sotto il proprio
appartamento (in centro) , senza chiudere a chiave le portiere, è salito per
raccogliere la biancheria da portare a casa ed evidentemente ha impigato un
pò di tempo .
Nel frattempo, due agenti della polizia municipale, vedendo l'auto si sono
avvicinati e rilevando che non era chiusa hanno aperto le portiere ed
iniziato a rovistare nel vano portaoggetti. Proprio in quel momento è
arrivato mio figlio che, vedendoli fare ciò ha loro chiesto con quale
autorità stessero rovistando. Non gli è stato risposto, ma gli è invece
stato sgarbatamente chiesto di mostrare i documenti ed il motivo per cui
l'auto non era chiusa a chiave; alla sua risposta che stava caricando della
biancheri (che aveva sottobraccio) hanno chiesto di vedere la patente. Lui
si è rifiutato (si stava arrabbiando nel vedere che avevano messo mano al
libretto delle contravvenzioni). In conclusione : gli hanno elevato
contravvenzione perchè aveva, a loro dire, parcheggiato contromano (non era
possibile ciò, dato che era senso unico), al rifiuto di consegnare la
patente (non circolava e non era suo dovere presentarla!) hanno elevato
un'altra contravvenzione, perchè era suo dovere chieder a chiave l'auto,
poi un'altra ancora ed infine , alla quarta, (tutte incredibilmente
ridicole) hanno redatto un verbale, chiedendogli se aveva qualcosa da
dichiarare : ha dichiarato "non consegno i documenti personali, in quanto
questi agenti non sanno ne leggere ne scrivere, dato che a mio giudizio sono
semianalfabeti".
Qando sono stata informata dell'accaduto ho inveito contro mio figlio,
accusandolo di non avere rispetto per le Autorità,e ho pagato la bellezza
di 360 euro (il totale delle sanzioni).
Dopo qualche tempo mi è arrivato tramite posta un bollettino allegato ad un
comunicazione in cui si notificava che la sanzione era raddoppiata , in
quanto non si era presentato al Comando con i documenti.
Dato che non era stato precisato nel precedente verbale che lui doveva
portare i documenti al Comando della Polizia Municipale, ho fatto ricorso al
Giudice di Pace,allegando copia del verbale precedente da cui forse , il
Giudice ha rilevato che veramente "non sapevano leggere e scrivere" ed
accogliendo il ricorso.
Lui non saprà mai, perchè lo ritengo diseducativo, ma sorrido al ricordo di
questo fatto, seppur, quando me ne parla, io continuo a rimproverarlo per il
comportamento adottato.
Ciao
Roberta
Post by pekilan
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Nella mattinata odierna mi sono recata, insieme a mia figlia, alla
stazione
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Carabinieri del mio Comune, e riferendo al Maresciallo l'accaduto.
Ovviamente, come mi aspettavo, ho ricevuto consigli in merito, ma avrò
necessità dell'assistenza del mio penalista (che si trova in ferie).
Eh si... per fare una querela od un esposto c' è necessità del penalista...
ma mi faccia il piacere !!! ;-)
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Preciso, per dovere di chiarezza, che mia figlia ritengo abbia studiato a
sufficienza, .
Intendo precisare che mia figlia sapeva perfettamente che i termini della
querela sono 90gg. , ma io stessa, telefonicamente, le ho suggerito di
recarsi subito alla stazione di Polizia più vicina, proprio perchè, in
fase
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
giudiziaria non emergesse , come voi ben sapete che avrebbe potuto
succedere, che l'esposto era stato presentato successivamente inventandosi
di sana pianta l'accaduto, (seppur con una teste, ma anche loro sono in
due, ) e molto probabilmente il giudice avrebbe ritenuto più
attendibile
Post by pekilan
la
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
testimonianza di agenti delle Forze dell'Ordine, con il rischio di una
controquerela per calunnia. (rischio ancora in essere....!)
Come ho già risposto al post iniziale, non volevo essere polemico... ma mi
sembra tutt' ora che non abbiate ben chiara una cosa : non occorre essere
studente di Giurisprudenza nè essere un "genio" come tua figlia per
presentare un esposto o querela ... basta presentarla ad un qualsiasi U.P.G.
che HA L' OBBLIGO di ratificarla ( l' omissione è penale, e questo tua
figlia DEVE saperlo, altrimenti è meglio che non si laurei.... )
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Ha intanto stilato una memoria scritta, da inviarsi per raccomandata al
Questore di C......., e p.c. al Ministero dell'Interno, alla pol. strad.
di
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
C......., ai Carabinieri di C......., alla stazione della Polizia Stradale
della nostra città (dato che il tizio in questione aveva detto che qui
sarebbe stato trasferito), in cui, oltre all'esposizione dettagliata dei
fatti e degli eventi che si sono succeduti presso le Stazioni sia di
Polizia
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
che dei CC, precisa che si aspetta una risposta da parte dei superiori
degli agenti in questione, entro 30 gg dalla data di ricevimento della
Racc. R.R.; in caso di mancata risposta provvederà ad informare la stampa
sia della città in cui si è verificato il fatto sia quella nostra città,
riservandosi, comunque il diritto di presentare querela.
Null' altro ? ;-) era rimasto il Presidente del Consiglio, quello della
Republlica etc. etc... ;-) Scherzo ovviamente ... ma non ti aspettare
risposte ufficiali nè credere di averne diritto... nulla li obbliga a
risponderti entro trenta giorni e se scriverai ai giornali, potresti
aspettarti una querela da parte del Dipartimento della Pubblica Sicurezza
per diffamazione o quant' altro... non ci scherzerei troppo, anche perchè da
madre, senza offesa, credo tu tenda a romanzare un po' la cosa...
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Tantomeno ce l'ho con le forze dell'Ordine : ho amici integerrimi nella
Polizia e parenti che sono Ufficiali dell'Arma, di un rigore morale
profondissimo, e proprio per questo sono indignata dal comportamento di
coloro che non hanno rispetto per la divisa che portano;
Benissimo.... sono contento di queste tue affermazioni e fra poco ti
spiegherò il perchè...
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
ho trasmesso questi
valori a mia figlia, che , nel corso degli eventi succedutegli, non
riusciva
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
a credere a ciò che le stava capitando , tantopiù, che a Giurisprudenza in
nessuna materia studiata le veniva insegnato come difendersi dagli abusi,
dalle intimidazioni e dai soprusi delle Autorità.
Scusa, ma credo che tu stia sottovalutando tua figlia... se VERAMENTE ha
studiato, trova tutte questi "insegnamenti" nel Codice Penale ed in quello
di Procedura Penale, che sono alla base della Laurea in Giurisprudenza... se
non lo sa da sola, significa che, come purtroppo molte studentesse modello,
a suo tempo ha solo imparato a memoria una accozzaglia di articoli senza
imparare a consultare il Codice... scusami, ma voglio credere che LEI sappia
come difendersi e che il tuo sia solo uno sfogo comprensibile di madre...
Vabbè... è ora di fare "outing" ... sono un appartenente alla Polizia di
Stato che crede ancora nella divisa e nelle istituzioni... purtroppo nella
mia pur breve carriera ( otto anni ) ho già arrestato parecchi colleghi per
reati ben più gravi di quelli che tu sembri voler esporre... sono il primo a
dire che le mele marce vanno rimosse immediatamente per non far sfigurare
chi , come me, svolge onestamente il suo lavoro e sacrifica a questo anche
la propria vita privata... non voglio raccontare ulteriori particolari per
discrezione ed anche perchè, se come dici hai parenti nelle fdo, sai quanto
possa esser pericoloso in questi newsgroup esporsi, mettendo magari a
rischio anche l' incolumità dei propri familiari...
Torno all' episodio di tua figlia... purtroppo alcuni colleghi non si
comportano correttamente e non conoscono la deontologia professionale...
certamente l' episodio che tu hai vissuto in seconda persona ti è sembrato
tragico e voglio credere al 100% che sia vero, invitandoti ad andare fino in
fondo affinchè i colleghi siano puniti... credo anche di averti indicato,
nei post precedenti quale sia la strada da seguire e quali gli
accorgimenti
Post by pekilan
da adottare ( il nr. di verbale permette di risalire agli agenti accettatori
quand' anche abbiano omesso i loro dati anagrafici ) ...
Allo stesso tempo vorrei scagliare una pietra nei confronti di tanti altri
colleghi.... ed in particolare parlando di voi donne... sapessi quante di
voi, fermate dagli appartenenti alle fdo per infrazioni al codice della
strada o peggio, sfoderano tutta la civetteria ed il fascino femminile al
fine di eludere un verbale di contestazione... e non mi venire a dire che
non è vero, perchè mi accade ogni giorno e non sono certo bello come James
Dean ma assomiglio semmai di più al Gabibbo ;-) !!!
Certo, è sbagliato il comportamento dei colleghi che si intrattengono troppo
con "l' utente" ed instaurano con egli/ella una relazione troppo
confidenziale...
Da parte mia il rapporto interpersonale è sempre stato improntato alla
cortesia ed alla terza persona singolare.... io dò e pretendo del Lei, e a
chi si rivolge a me in altro modo preciso di non essere suo amico nè
parente, pur mantenendo un tono cortese...
Vedo che alcuni appartenti a questo newsgroup hanno detto di essere stati
talvolta fermati "apparentemente senza motivo" e di esser stati lasciati
andare "perchè erano accompagnate dal ragazzo" o quant' altro.... non dico
che tutti/e abbiano ragione sul "senza motivo", ma vorrei fosse noto cosa è
succeso a noi "poveri operatori della strada" ( tutti gli appartenti alle
fdo) dopo il famoso 11 settembre... siamo tempestati di pressioni da parte
dei nostri superiori per "identificare" quante più persone possibile nell'
arco del turno di servizio, al fine di "tracciare" la situazione in Italia e
di dare comunque una visibilità alle fdo... ecco perchè vi potrà capitare di
essere fermati senza apparente motivo , di vedervi richiesto un documento e
di dover attendere per qualche minuto l' esito di una interrogazione al
terminale... abbiate pazienza, ma anche noi stiamo facendo il nostro
lavoro... ci viene chiesto di "riportare in ufficio" 10 nominativi e noi
dobbiamo a tutti i costi farlo... e la gente spesso non capisce che all'
"extracomunitario sozzone che chiede l' elemosina al semaforo" abbiamo già
chiesto il nominativo già 10 volte questo mese e pertanto dobbiamo chiederlo
all' apparente cittadino ben vestito ( lui/lei) al solo fine di alimentare
questa banca dati che permette non solo di "trovare il delinquente", ma
anche di "escludere il cittadino perbene dalla lista dei delinquenti"...
Certo che può capitare di chiedere il documento anche ad una bella
ragazza/donna... e meno male che capita !!! E deve capitare, anche perchè,
se potessi raccontare particolari, scoprireste come dietro a tante belle
donne ben vestite si nascondano spesso corrieri della droga o peggio....
Ora credo di avervi tediati abbastanza...
Spero solo di aver fatto capire che in Italia, non ci sono solo i poliziotti
corrotti ed i carabinieri scansafatiche, ma anche chi, come me, ancora crede
in questo lavoro... abbiate un occhio di riguardo e pensate che al posto di
chi vi sta chiedendo i documenti potrebbe esserci vostro
marito/moglie/figlio/figlia che sta facendo il suo lavoro...
Grazie ancora a chi avrà avuto la pazienza di leggere e rinnovo l' invito
all' autrice di questo post ad andare fino in fondo se crede di essere nella
ragione, ma anche a stare attenta a non romanzare troppo la cosa,
attenendosi solo alla stretta verità, per non cadere nella diffamazione e
nella calunnia.
Andrea
Borto
2004-09-07 15:55:56 UTC
propria auto, quando, uno degli agenti, prendendola per un polso la
ferma e si fa dare il numero di cellulare dicendole che le avrebbe
telefonato "per un caffè"!!.
ma lasciargli subito il numero di cellulare e poi denunciarlo per l'art. 660
(molestie ad uso telefono) e per violazione di privacy (il num di cel) non
era piì semplice?!?!?
--
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Addio "Piero", non ti dimenticherò! - Golf GTI "Renato-Arturo" driver
\ | / Togli SILVIA per rispondere in e-mail! www.borto.net
(@ @) [21y (112&~30) VE] Rep.Serenissima 14p.ti
---o00-(_)-00o-----------------------------------------------------
Correr, competir, eu levo isso no sangue, é parte de minha vida

Ayrton Senna
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Sapori & Montorsi Assicurazioni
2004-09-07 16:10:13 UTC
No. Con il can can che mia figlia ha fatto alla stazione di polizia e poi
dai Carabinieri, probabilmente il suddetto agente si guarderà bene dal
chiamarla se lo fa lei si presenta con due Carabinieri) ......o è proprio
scemo? Sarà stato certamente avvertito del putiferio che lei ha fatto.
Post by Borto
propria auto, quando, uno degli agenti, prendendola per un polso la
ferma e si fa dare il numero di cellulare dicendole che le avrebbe
telefonato "per un caffè"!!.
ma lasciargli subito il numero di cellulare e poi denunciarlo per l'art. 660
(molestie ad uso telefono) e per violazione di privacy (il num di cel) non
era piì semplice?!?!?
--
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Addio "Piero", non ti dimenticherò! - Golf GTI "Renato-Arturo" driver
\ | / Togli SILVIA per rispondere in e-mail!
www.borto.net
Post by Borto
---o00-(_)-00o-----------------------------------------------------
Correr, competir, eu levo isso no sangue, é parte de minha vida
Ayrton Senna
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Rubi
2004-09-07 18:21:33 UTC
On Mon, 06 Sep 2004 15:11:13 GMT, "Sapori & Montorsi Assicurazioni"
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Mia figlia ventitreenne, alla guida di una autovettura noleggiata in loco,
procedeva ,a velocità moderata , max 60 km orari, su una strada statale,
con limite di velocità 80km/h., al rientro da una vacanza
in Puglia.
Una pattuglia della stradale le intima l'alt, e lei accosta. Un agente le
Sono donna e confermo che mi hanno fermata più volte anche per cose
stupide e io non capivo perchè fermassero sempre a me, anni fa ad un
semaforo c'era uno della stradale sulla motocicletta che mi sorpassava
e mi guardava e poi mi dice di accostarmi, ma al mio fianco scese il
mio ragazzo muscoloso e palestrato, mi chiese patente e libretto e poi
se ne andò perchè non aveva nulla da contestarmi. Io pensavai: "ma
questo che vuole! Io non sto commettendo nessuna infrazione, sono
ferma ad un semaforo e sto ripartendo come fanno tutti quando si
fermano ai semafori". Per me questo è puro maschilismo perchè forse
pensano che la donna al volante sia motivo di molestia o solo perchè
lei vuole fare sesso, poi figuriamoci se la vedono sola pensavo che
sia uscita per fare sesso, io la ritengo una forma di schiavismo
contro la donna e l'essere donna. Purtroppo in Italia ci sono ancora
queste mentalità arretrate . Sono sconcertata dal racconto.
A presto Rubi
El Puma
2004-09-09 14:44:44 UTC
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Mia figlia ventitreenne, alla guida di una autovettura noleggiata in loco,
procedeva ,a velocità moderata , max 60 km orari,
comprovabile?

Un agente le
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
contesta che stava sorpassando e che stava procedendo non rispettando i
limiti. Mia figlia dichiara che non stava sorpassando, in quanto non c'erano
auto in nessun senso di marcia e chiedeva in merito a quale rilevatore
potevano contestargli la velocità
scusa, ma allora si sono inventati tutto? stento a crederci....


Ma non intendo demordere : ho già fissato un incontro con
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
il maresciallo dei CC del mio Comune ed intendo denunciare gli agenti in
questione per abuso di potere, intimidazione, sopruso e quant'altro.
sconsiglio vivamente: la parola della sua testimone contro la parola di
due agenti, come minimo si conclude in un nulla di fatto. piuttosto
suggerisco di fare un esposto ai carabinieri dove esponi quanto successo
solo per informarli, e che tua figlia si e' sentita intimidita a dare il
suo numero di cellulare. poi attendere che il tizio telefoni sul
cellulare, annota data e ora e numero chiamante. intima di non chiamarti
piu, magari registra la telefonata. fallo per un paio di volte, poi
denuncia per molestie telefoniche.
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
Qualcuno ha esperienze in merito o consigli specifici (oltre a quello di non
avventurarci mai più in vacanza nel Sud Italia)?
non sei molto normale dicendo questo, cosa cavolo c'entra???? non so se
gli agenti fossero meridionali o meno, ma e' ininfluente. seppure lo
fossero, sarebbero 2 e dico 2 ignoranti, cosa c'entra avercela con un
popolo intero o privarti del grande piacere di visitare posti bellissimi
come il sud italia?

Quello che io intendo fare
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
non è ricorrere avvero la contravvenzione, ma al modo disgustoso di prestare
servizio da parte degli agenti.
Preciso che ho la testimonianza della sua amica che era trasportata e che
conferma il tutto.
ininfluente, vedi sopra.
Post by Sapori & Montorsi Assicurazioni
p.s. il verbale cita "procedeva a velocità non commisurata creando serio
pericolo per la circolazione " art 141/3.2
non commisurata puo anche significare troppo piano secondo me....


--
---
El Puma

Inviato da www.mynewsgate.net