Discussion:
Blocco di assegni post-datati
(troppo vecchio per rispondere)
GM
2005-12-14 09:01:43 UTC
salve a tutti di NG...
una domanda...
posso bloccare una serie di assegni post-datati da me
( 3 assegni) fatti a varie scadenze in quanto a colui che
li ho fatti non ha rispettato le date della consegna di un bene....
grazie
Amedeo Storni
2005-12-14 09:10:55 UTC
Post by GM
salve a tutti di NG...
una domanda...
posso bloccare una serie di assegni post-datati da me
( 3 assegni) fatti a varie scadenze in quanto a colui che
li ho fatti non ha rispettato le date della consegna di un bene....
Emettere assegni postdatati configura una truffa ai danni dello Stato
(dovresti usare le cambiali e pagare il bollo).
Quindi, dare in mano ad una persona un assegno postdatato significa dargli
una potente arma di ricatto.
Inoltre, se la persona si presenta in banca a riscuotere in anticipo
ricevera' i soldi, e poi sono cavoli tuoi.
Infine, per bloccare un assegno devi dichiarare che e' stato rubato, e anche
questo porta dei pericoli.
Un assegno e' un mandato immediato ed irrevocabile alla tua banca a pagare.
Ti consiglio di negoziare con il venditore, ed in futuro di utilizzare
questa (ampiamente diffusa) pratica con estrema prudenza.

AS
Ragnarok
2005-12-14 10:07:12 UTC
Post by Amedeo Storni
Emettere assegni postdatati configura una truffa ai danni dello Stato
(dovresti usare le cambiali e pagare il bollo).
Evitiamo di scrivere assurdità.
WNC2
2005-12-15 13:08:47 UTC
Post by Ragnarok
Post by Amedeo Storni
Emettere assegni postdatati configura una truffa ai danni dello Stato
(dovresti usare le cambiali e pagare il bollo).
Evitiamo di scrivere assurdità.
presente.

multato dalla finanza, perchè un marchio che rivendo si era fatto trovare dalla finanza
assegni postdatati miei e di altri merchant.

non è truffa, ma dato che non si paga l'11x1000 alla stato come sulle cambiali, paghi una
multa se ti beccano.

credo che una volta fosse un reato penale, ora credo sia un illecito amministrativo o
qualcosa del genere, meno grave ma sempre illegale.

L'ASSEGNO POSTDATATO NON SI PUO' FARE.

..... che poi sia la norma è un'altra discorso
Ragnarok
2005-12-18 23:09:15 UTC
Post by WNC2
presente.
multato dalla finanza, perchè un marchio che rivendo si era fatto trovare
dalla finanza assegni postdatati miei e di altri merchant.
Potevi opporti:

Cass. 30 agosto 1996, n. 7985
L'esplicita abrogazione, avvenuta ad opera della legge n. 263 del 1967,
dell'art. 119 della normativa sugli assegni r.d. n. 1736 del 1933, che
subordinava l'azione di regresso alla regolarizzazione fiscale presso
l'Ufficio del Registro, ha comportato l'abrogazione implicita del
precedente art. 118, che, a sua volta, subordinava la qualita' di titolo
esecutivo dell'assegno alla successiva bollatura nel termine prescritto
dalla legge.

Cass. 25 maggio 2001, n. 7135
"Ai sensi dell'art. 31 del R.D. 21 dicembre 1933 n. 1736, la post -datazione
non induce di per sé la nullità dell'assegno bancario, ma comporta soltanto
la nullità del relativo patto per contrarietà a norme imperative poste a
tutela della buona fede e della regolare circolazione dei titoli di credito,
consentendo al creditore di esigere immediatamente il suo pagamento;
conseguentemente l'assegno bancario postdatato, non diversamente da quello
regolarmente datato, deve considerarsi venuto ad esistenza come titolo di
credito e mezzo di pagamento al momento stesso della sua emissione, che si
identifica con il distacco dalla sfera giuridica del traente ed il passaggio
nella disponibilità del prenditore. "
Isaac
2005-12-14 12:39:16 UTC
Post by Amedeo Storni
Inoltre, se la persona si presenta in banca a riscuotere in anticipo
ricevera' i soldi, e poi sono cavoli tuoi.
La banca emittente non paga assegni con date errate (in questo caso
postdatato) o correzioni!
Erpegat
2005-12-14 17:40:18 UTC
Post by Isaac
La banca emittente non paga assegni con date errate (in questo caso
postdatato) o correzioni!
Questo lo dici tu ... se vuoi fare un prova, consegnami un tuo assegno
datato 01/01/2007 e vedrai chi ha ragione ...
Ciarli
2005-12-14 18:48:48 UTC
Post by Isaac
La banca emittente non paga assegni con date errate (in questo caso
postdatato) o correzioni!
R.d. 21.12.1933, n. 1736, art. 31, c. 2:
"L'assegno bancario presentato al pagamento prima del giorno indicato
come data d'emissione è pagabile nel giorno di presentazione".

Ciao
VV
2005-12-14 10:13:28 UTC
Post by GM
posso bloccare una serie di assegni post-datati da me
( 3 assegni) fatti a varie scadenze in quanto a colui che
li ho fatti non ha rispettato le date della consegna di un bene....
No. Gli assegni regolarmente emessi non possono essere bloccati in
quanto irrevocabili. In linea di principio il fatto che tu abbia emesso
degli assegni prima della consegna del bene equivale ad aver pagato in
anticipo.
Il fatto che siano post-datati, oltre ad essere una pratica non legale,
è solo un metodo grezzo per rimandare la valuta dell'incasso, metodo
che si basa esclusivamente sulla totale fiducia da parte tua nei
confronti del creditore: costui infatti potrebbe portare subito
l'assegno all'incasso, incassarlo tranquillamente e lasciare a te i
guai con la banca per la data impressa sull'assegno.
flyingb
2005-12-14 10:22:20 UTC
Interessante.
So che è vietato fare assegni postdatati.
Ma dal tuo messaggio pare che io possa recarmi in banca con un assegno
con data tra una settimana e la banca potrebbe pagarmi lo stesso? Mi
pare strano.
C.
Post by VV
Post by GM
posso bloccare una serie di assegni post-datati da me
( 3 assegni) fatti a varie scadenze in quanto a colui che
li ho fatti non ha rispettato le date della consegna di un bene....
No. Gli assegni regolarmente emessi non possono essere bloccati in
quanto irrevocabili. In linea di principio il fatto che tu abbia emesso
degli assegni prima della consegna del bene equivale ad aver pagato in
anticipo.
Il fatto che siano post-datati, oltre ad essere una pratica non legale,
è solo un metodo grezzo per rimandare la valuta dell'incasso, metodo
che si basa esclusivamente sulla totale fiducia da parte tua nei
confronti del creditore: costui infatti potrebbe portare subito
l'assegno all'incasso, incassarlo tranquillamente e lasciare a te i
guai con la banca per la data impressa sull'assegno.
VV
2005-12-14 10:54:08 UTC
Post by flyingb
Interessante.
So che è vietato fare assegni postdatati.
Ma dal tuo messaggio pare che io possa recarmi in banca con un assegno
con data tra una settimana e la banca potrebbe pagarmi lo stesso? Mi
pare strano.
Non è affatto strano. Gli assegni sono (come fra l'altro vi è
impresso a chiare lettere) pagabili a vista.
La prassi (non regolare, confermata da un bancario) è che la banca
copra il periodo di valuta anticipando il danaro, e naturalmente
facendosi pagare in base agli accordi con il singolo cliente.
flyingb
2005-12-14 10:56:36 UTC
A me risultava che un assegno postdatato non è regolare, quindi la
banca non lo paga.
Ma evidentemente non ho esperienza.
E' vero che un assegno è pagabile a vista, ma deve essere almeno
compilato correttamente, e un assegno con data fra un mese non lo è!
Cristiano.
Isaac
2005-12-14 12:45:57 UTC
"flyingb" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:***@g14g2000cwa.googlegroups.com...
Ti risulta giusto. Un assegno post-datato presentato prima, riporta un
errorre evidente (indipendentemente dal fatto che sia stato fatto
volontariamente dal correntista emittente) . Nessuna banca si sognerebbe mai
di pagarlo senza preventiva correzione ed accettazione controfirmata della
medesima da parte dell'emittente.
flyingb
2005-12-14 14:03:03 UTC
Quindi ricadiamo nel caso "normale". L'assegno verrebbe corretto e non
sarebbe più postdatato.
Per tornare al problema precedente, una cosa che potrebbe fare colui
che ha sollevato il problema, potrebbe essere comunicare alla banca di
aver compilato assegni con data errata e diffidare dall'onorarli. Il
detentore degli assegni dovrebbe quantomeno attendere la data giusta
per incassarli, ma la banca potebbe opporre che gli assegni erano
sbagliati.

Rimane il fatto che io posso anche riuscire, con qualsiasi artificio
legale, a bloccare un assegno, ma il beneficiario che si vede rifiutato
il pagamento ha sicuramente tutte le ragioni di ritenere la sua
controparte come insolvente e procedere per le vie legali. Me sbajo?

Cris.
VV
2005-12-14 14:31:19 UTC
Post by flyingb
Per tornare al problema precedente, una cosa che potrebbe fare colui
che ha sollevato il problema, potrebbe essere comunicare alla banca di
aver compilato assegni con data errata e diffidare dall'onorarli.
Non può fare niente. Gli assegni emessi vengono pagati, stop.
Altrimenti t'immagini che bellezza: vai a comprare la macchina, stacchi
un bell'assegno e poi telefoni in banca per dirgli "bloccatelo, ho
sbagliato data"...
Post by flyingb
Il
detentore degli assegni dovrebbe quantomeno attendere la data giusta
per incassarli, ma la banca potebbe opporre che gli assegni erano
sbagliati.
La banca non può opporre nulla. Scherzi? Hai idea in che groviglio di
guai ti metterebbe?
VV
2005-12-14 14:13:44 UTC
Post by Isaac
Nessuna banca si sognerebbe mai
di pagarlo senza preventiva correzione ed accettazione controfirmata della
medesima da parte dell'emittente.
Che sciocchezza.
Semmai nessuna banca si sognerebbe mai di non pagare un assegno coperto
(e vorrei vedere!)
o***@be.ru
2005-12-14 14:19:06 UTC
Post by Isaac
Ti risulta giusto. Un assegno post-datato presentato prima, riporta un
errorre evidente (indipendentemente dal fatto che sia stato fatto
volontariamente dal correntista emittente) . Nessuna banca si sognerebbe mai
di pagarlo senza preventiva correzione ed accettazione controfirmata della
medesima da parte dell'emittente.
Gli risulta sbagliato: "L'assegno bancario presentato al pagamento prima
del giorno indicato come data di emissione è pagabile nel giorno di
presentazione" (art. 31 l. ass.)
--
Davide
flyingb
2005-12-14 15:02:46 UTC
Allora non è più illegale emettere assegni postdatati?
La banca non ha ragione di chiedere correzione della data?
Si apre un mondo...
C.
o***@be.ru
2005-12-14 15:21:37 UTC
Post by flyingb
Allora non è più illegale emettere assegni postdatati?
La banca non ha ragione di chiedere correzione della data?
Si apre un mondo...
C.
E' sempre illegale, ed in violazione della legge sul bollo (si utilizza
l'assegno come cambiale evadendo l'imposta).
Pero' a differenza della mancanza di data, che importa la nullità
dell'assegno (e questo non lo sa nessuno), la postdatazione non ne
intacca l'efficacia, determinando una semplice situazione di
irregolarità .
--
Davide
flyingb
2005-12-14 15:31:21 UTC
La mancanza di data importa la nullità, ma tutti sanno che il 99.9%
delle volte l'impiegato ti restituisce l'assegno facendoti l'occhietto
e invitandoti con sorriso benevolo a completare il campo apposito.

Il fatto che si possa scrivere: "la postdatazione non ne
intacca l'efficacia, determinando una semplice situazione di
irregolarità . " costituisce uno dei principali motivi per i quali se
mi fossi iscritto a Legge o a Economia non sarei andato così
lontano...
:-)

C.

PS. Non ricordo chi aveva ipotizzato che mi sarei cacciato in un
groviglio di quai bloccando l'assegno: non sono io che ho postdatato.
Sto solo partecipando ad una discussione interessante perchè gli
assegni sono un qualcosa di parecchio comune.
o***@be.ru
2005-12-14 15:39:37 UTC
Post by flyingb
Il fatto che si possa scrivere: "la postdatazione non ne
intacca l'efficacia, determinando una semplice situazione di
irregolarità . " costituisce uno dei principali motivi per i quali se
mi fossi iscritto a Legge o a Economia non sarei andato così
lontano...
:-)
ROTFL
Comunque non e' farina del mio sacco :-)
Lo scrive il Martorano nel suo testo sui titoli di credito.
Post by flyingb
C.
PS. Non ricordo chi aveva ipotizzato che mi sarei cacciato in un
groviglio di quai bloccando l'assegno: non sono io che ho postdatato.
Sto solo partecipando ad una discussione interessante perchè gli
assegni sono un qualcosa di parecchio comune.
Per bloccare l'assegno devi denunciare lo smarrimento del titolo...
Sarebbe come accusare il legittimo portatore di abusivo riempimento
(supponendo che tu assuma di averlo perso non compilato).
--
Davide
Ragnarok
2005-12-18 23:12:30 UTC
Post by o***@be.ru
Lo scrive il Martorano nel suo testo sui titoli di credito.
Un libro un po' + recente?
VV
2005-12-14 16:03:07 UTC
Post by flyingb
PS. Non ricordo chi aveva ipotizzato che mi sarei cacciato in un
Io dicevo che la banca ti avrebbe cacciato (intendendo "tu" come
emittente d'esempio ;-)) in un groviglio di guai se si permetteva di
non pagare un assegno (coperto) perchè postdatato.
Assegno non pagato, finisce protestato ;)
silverluck
2005-12-18 22:38:18 UTC
"flyingb" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:***@g44g2000cwa.googlegroups.com...
La mancanza di data importa la nullità, ma tutti sanno che il 99.9%
delle volte l'impiegato ti restituisce l'assegno facendoti l'occhietto
e invitandoti con sorriso benevolo a completare il campo apposito.


occhietto a parte...se ti presenti un certo gg a riscuotere un titolo
esecutivo come è l'assegno evidentemente la data si intende quella del gg
dell'incasso..... è ovvio che se non ti paga xchè manca la data ha 2
soluzioni: trattenere l'assegno o renderlo al portatore il quale girato
l'angolo appone la data e torna a ricuotere.... concludi...
Ragnarok
2005-12-18 23:11:32 UTC
Post by o***@be.ru
E' sempre illegale, ed in violazione della legge sul bollo (si utilizza
l'assegno come cambiale evadendo l'imposta).
Cass. 30 agosto 1996, n. 7985
L'esplicita abrogazione, avvenuta ad opera della legge n. 263 del 1967,
dell'art. 119 della normativa sugli assegni r.d. n. 1736 del 1933, che
subordinava l'azione di regresso alla regolarizzazione fiscale presso
l'Ufficio del Registro, ha comportato l'abrogazione implicita del
precedente art. 118, che, a sua volta, subordinava la qualita' di titolo
esecutivo dell'assegno alla successiva bollatura nel termine prescritto
dalla legge.

Cass. 25 maggio 2001, n. 7135
"Ai sensi dell'art. 31 del R.D. 21 dicembre 1933 n. 1736, la post -datazione
non induce di per sé la nullità dell'assegno bancario, ma comporta soltanto
la nullità del relativo patto per contrarietà a norme imperative poste a
tutela della buona fede e della regolare circolazione dei titoli di credito,
consentendo al creditore di esigere immediatamente il suo pagamento;
conseguentemente l'assegno bancario postdatato, non diversamente da quello
regolarmente datato, deve considerarsi venuto ad esistenza come titolo di
credito e mezzo di pagamento al momento stesso della sua emissione, che si
identifica con il distacco dalla sfera giuridica del traente ed il passaggio
nella disponibilità del prenditore. "
o***@be.ru
2005-12-19 07:55:36 UTC
Post by Ragnarok
Post by o***@be.ru
E' sempre illegale, ed in violazione della legge sul bollo (si utilizza
l'assegno come cambiale evadendo l'imposta).
Cass. 30 agosto 1996, n. 7985
L'esplicita abrogazione,
...
Post by Ragnarok
Cass. 25 maggio 2001, n. 7135
"Ai sensi dell'art. 31 del R.D. 21 dicembre 1933 n. 1736, la post -datazione
non induce di per sé la nullità
...

E queste sentenze che citi, IYO, contraddirebbero il quotato?
--
Davide
Ragnarok
2005-12-20 19:51:17 UTC
Post by o***@be.ru
E queste sentenze che citi, IYO, contraddirebbero il quotato?
Si.
Non c'è nessun bollo da regolarizzare.
o***@be.ru
2005-12-21 07:54:53 UTC
Post by Ragnarok
Si.
Non c'è nessun bollo da regolarizzare.
Ti sbagli:

R.D. 21-12-1933 n. 1736
Disposizioni sull'assegno bancario, sull'assegno circolare e su alcuni
titoli speciali dell'Istituto di emissione, del Banco di Napoli e del
Banco di Sicilia.
Pubblicato nella Gazz. Uff. 29 dicembre 1933, n. 300.

121. Qualora nell'assegno venga indicata una data di emissione
posteriore a quella dell'effettiva emissione dell'assegno non
giustificata dal periodo di tempo necessario per far pervenire il titolo
al destinatario o da altra materiale impossibilità di presentazione e
sempreché la data non differisca di oltre quattro giorni da quella
dell'emissione, si rende applicabile la tassa graduale delle cambiali,
salvo le sanzioni di cui all'art. 66, n. 5 della legge del bollo 30
dicembre 1923, n. 3268


http://snipurl.com/kyg7
--
Davide
alberto
2005-12-14 15:37:23 UTC
"flyingb" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:***@g14g2000cwa.googlegroups.com...
Allora non è più illegale emettere assegni postdatati?
La banca non ha ragione di chiedere correzione della data?
Si apre un mondo...

e' sempre stato illegale e non e' mai stato legale chiedere
la correzione.

darsi una letta alle norme sugli assegni bancari.

alberto
Ragnarok
2005-12-18 23:13:34 UTC
Post by alberto
darsi una letta alle norme sugli assegni bancari.
Anche alle sentenze della cassazione..
silverluck
2005-12-18 22:34:31 UTC
"flyingb" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:***@g14g2000cwa.googlegroups.com...
Allora non è più illegale emettere assegni postdatati?
La banca non ha ragione di chiedere correzione della data?
Si apre un mondo...
C.

la banca potrebbe/dovrebbe denunciarti per omissione di bolli (altrimenti
rischia di essere a sua volta denunciata quale complice)...oltre che onorare
indiscutibilmente un "ordine" di pagamento come l'assegno asserisce....
Ragnarok
2005-12-18 23:13:53 UTC
Post by silverluck
la banca potrebbe/dovrebbe denunciarti per omissione di bolli (altrimenti
rischia di essere a sua volta denunciata quale complice)...oltre che onorare
indiscutibilmente un "ordine" di pagamento come l'assegno asserisce....
Non diciamo fesserie.
alberto
2005-12-14 14:45:15 UTC
Post by Isaac
Ti risulta giusto. Un assegno post-datato presentato prima, riporta un
errorre evidente (indipendentemente dal fatto che sia stato fatto
volontariamente dal correntista emittente) . Nessuna banca si sognerebbe
mai di pagarlo senza preventiva correzione ed accettazione controfirmata
della medesima da parte dell'emittente.
Un assegno corretto diventa nullo.
l'assegno post datato viene considerato alla stregua di una
cambiale per cui si puo' portare all'incasso tranquillamente,
e l'emittente e' tenuto anche al pagamento di tutte le spese
accessorie, bolli e quant'altro.

alberto
Ragnarok
2005-12-18 23:14:11 UTC
Post by alberto
e l'emittente e' tenuto anche al pagamento di tutte le spese
accessorie, bolli e quant'altro.
No.
GM
2005-12-19 09:17:41 UTC
Post by alberto
e l'emittente e' tenuto anche al pagamento di tutte le spese
accessorie, bolli e quant'altro.
No.
---------------------
cmq penso che il pagamento dipanda anche dalla serietà o meno
delle banche... ho telefonato per curiosità alla mia banca (MPS)
e mi hanno detto chiaro e tondo che se vi sono i fondi pagano
l'assegno postdatato...
strano... !!
VV
2005-12-19 10:58:50 UTC
Post by GM
cmq penso che il pagamento dipanda anche dalla serietà o meno
delle banche... ho telefonato per curiosità alla mia banca (MPS)
e mi hanno detto chiaro e tondo che se vi sono i fondi pagano
l'assegno postdatato...
strano... !!
Strano in che senso?
Gli unici due casi per cui la banca può non pagare (di sua iniziativa)
un assegno sono:

- mancanza di provvista sul CC
- mancanza di autorizzazione ad emettere assegni

Negli altri casi, deve pagare a vista.
Per quanto riguarda la data, solo presentando l'assegno all'incasso
*oltre* i termini prestabiliti *dopo* la scadenza, il beneficiario non
usufruisce della tutela di garanzia (es. se l'assegno torna indietro
scoperto, si attacca). Ma la banca paga sempre tranne quei due casi.
Erpegat
2005-12-14 17:44:30 UTC
Post by Isaac
Ti risulta giusto. Un assegno post-datato presentato prima, riporta un
errorre evidente (indipendentemente dal fatto che sia stato fatto
volontariamente dal correntista emittente) . Nessuna banca si sognerebbe mai
di pagarlo senza preventiva correzione ed accettazione controfirmata della
medesima da parte dell'emittente.
Ripeto: se vuoi provare, sono a tua disposizione :)
WNC2
2005-12-15 13:10:32 UTC
Post by Isaac
Ti risulta giusto. Un assegno post-datato presentato prima, riporta un
errorre evidente (indipendentemente dal fatto che sia stato fatto
volontariamente dal correntista emittente) . Nessuna banca si sognerebbe mai
di pagarlo senza preventiva correzione ed accettazione controfirmata della
medesima da parte dell'emittente.
li accettano anche come garanzie
Ragnarok
2005-12-18 23:10:20 UTC
Post by Isaac
Ti risulta giusto. Un assegno post-datato presentato prima, riporta un
errorre evidente (indipendentemente dal fatto che sia stato fatto
volontariamente dal correntista emittente) . Nessuna banca si sognerebbe
mai di pagarlo senza preventiva correzione ed accettazione controfirmata
della medesima da parte dell'emittente.
Cass. 25 maggio 2001, n. 7135
"Ai sensi dell'art. 31 del R.D. 21 dicembre 1933 n. 1736, la post -datazione
non induce di per sé la nullità dell'assegno bancario, ma comporta soltanto
la nullità del relativo patto per contrarietà a norme imperative poste a
tutela della buona fede e della regolare circolazione dei titoli di credito,
consentendo al creditore di esigere immediatamente il suo pagamento;
conseguentemente l'assegno bancario postdatato, non diversamente da quello
regolarmente datato, deve considerarsi venuto ad esistenza come titolo di
credito e mezzo di pagamento al momento stesso della sua emissione, che si
identifica con il distacco dalla sfera giuridica del traente ed il passaggio
nella disponibilità del prenditore. "
alberto
2005-12-14 11:20:07 UTC
"flyingb" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:***@g14g2000cwa.googlegroups.com...
A me risultava che un assegno postdatato non è regolare, quindi la
banca non lo paga.
Ma evidentemente non ho esperienza.
E' vero che un assegno è pagabile a vista, ma deve essere almeno
compilato correttamente, e un assegno con data fra un mese non lo è!
Cristiano.

invece si.

alberto
Ragnarok
2005-12-18 23:10:00 UTC
"flyingb" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:***@g14g2000cwa.googlegroups.com...
A me risultava che un assegno postdatato non è regolare, quindi la
banca non lo paga.

Cass. 25 maggio 2001, n. 7135
"Ai sensi dell'art. 31 del R.D. 21 dicembre 1933 n. 1736, la post -datazione
non induce di per sé la nullità dell'assegno bancario, ma comporta soltanto
la nullità del relativo patto per contrarietà a norme imperative poste a
tutela della buona fede e della regolare circolazione dei titoli di credito,
consentendo al creditore di esigere immediatamente il suo pagamento;
conseguentemente l'assegno bancario postdatato, non diversamente da quello
regolarmente datato, deve considerarsi venuto ad esistenza come titolo di
credito e mezzo di pagamento al momento stesso della sua emissione, che si
identifica con il distacco dalla sfera giuridica del traente ed il passaggio
nella disponibilità del prenditore. "
Erpegat
2005-12-14 17:42:36 UTC
Post by flyingb
Ma dal tuo messaggio pare che io possa recarmi in banca con un assegno
con data tra una settimana e la banca potrebbe pagarmi lo stesso? Mi
pare strano.
Strano ma vero ... se vuoi provare sono a tua disposizione: mi rilasci un
assegno datato 1/1/2007 e ti faccio vedere :)