Discussion:
Corrispondenza riservata non riproducibile in giudizio
(troppo vecchio per rispondere)
Romolo
2006-09-06 13:37:45 UTC
Se taluno alla fine di ogni propria lettera volesse apporre la
seguente dicitura: "corrispondenza riservata non producibile in
giudizio", si potrebbe cautelare dall'uso successivo della stessa in
un giudizio (anche per legittimi motivi) oppure no (sarebbe troppo
semplice...)?
Grazie.
Ciao
Romolo
Sig. Mau
2006-09-06 14:50:55 UTC
Post by Romolo
Se taluno alla fine di ogni propria lettera volesse apporre la
seguente dicitura: "corrispondenza riservata non producibile in
giudizio", si potrebbe cautelare dall'uso successivo della stessa in
un giudizio (anche per legittimi motivi) oppure no (sarebbe troppo
semplice...)?
A meno che tu non sia un legale e non stia
corrispondendo con un altro legale, la vedo un po'
dura....
C.S.
prof. sig. Mau
____________________________________________
Prof. a contratto di carpenteria metallica
Universita' di Roccacanuccia
alcibiade
2006-09-06 15:38:54 UTC
Post by Sig. Mau
A meno che tu non sia un legale e non stia
corrispondendo con un altro legale, la vedo un po'
dura....
e in quel caso, è sostanzialmente inutile scriverlo, perché la
corrispondenza tra avvocati, salva quella con funzione transattiva, non è
in sé producibile, anche se non vi sia la formula di riserva.

Se poi, venisse ugualmente prodotta, il giudice la utilizzerebbe e
l'avvocato che l'avesse prodotta se la vedrebbe col consiglio dell'Ordine.


______

P.S., Mau, so che lo sapevi. La precisazione non era diretta a te ;-)
Sig. Mau
2006-09-06 21:20:57 UTC
Post by alcibiade
P.S., Mau, so che lo sapevi. La precisazione non era diretta a te ;-)
:-)
Ciao,
m.
prof. sig. Mau
____________________________________________
Prof. a contratto di carpenteria metallica
Universita' di Roccacanuccia