Discussione:
multa "eccesso" di velocità
(troppo vecchio per rispondere)
luca
2009-11-20 12:41:51 UTC
Permalink
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM) sulla
strada statale Aurelia.
Andavo alla bellezza di 55 Km/h dove il limite è 50 Km/h.
Non ritengo possibile avere la cognizione di soli 5 Km/h durante la
marcia su una strada statale, io rispetto tutti i limiti dove c'è il
cartello, penso di essere stato truffato.
Non venite a farmi la ramanzina su 5 Km/h che non l'accetto, sono
maniacale sul rispetto dei limiti di velocità.
Vorrei sapere se posso contestare la multa e in che modo.
Ringrazio per i consigli...
Ciao, Luca
Roberto Tagliaferri
2009-11-20 13:00:07 UTC
Permalink
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM) sulla
strada statale Aurelia.
Andavo alla bellezza di 55 Km/h dove il limite è 50 Km/h.
Non ritengo possibile avere la cognizione di soli 5 Km/h durante la
marcia su una strada statale, io rispetto tutti i limiti dove c'è il
cartello, penso di essere stato truffato.
Non venite a farmi la ramanzina su 5 Km/h che non l'accetto, sono
maniacale sul rispetto dei limiti di velocità.
Vorrei sapere se posso contestare la multa e in che modo.
Ringrazio per i consigli...
Ciao, Luca
Se andavi a 55 con limite di 50 non c'è la multa.
Il codice dice che alla velocità deve essere tolto il 5% di comporto con un
minimo di 5 km/h, quindi se andavi a 55 il conteggio viene fatto su 55-5=50
km, 50-50=0.
Non andavi più veloce dei limiti
--
Roberto Tagliaferri-Linux user #30785 <-> r.tagliaferri@(forse)tosnet.it
www.robyt.eu
spago
2009-11-20 13:07:41 UTC
Permalink
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM) sulla
strada statale Aurelia.
Andavo alla bellezza di 55 Km/h dove il limite è 50 Km/h.
che dovrebbe essere calcolata tenendo conto di un 5% di "bonus". per
cui il la tua velocità effettiva era 58 km/h
edi'®
2009-11-20 13:13:25 UTC
Permalink
Post by luca
Andavo alla bellezza di 55 Km/h dove il limite è 50 Km/h.
Non ritengo possibile avere la cognizione di soli 5 Km/h durante la marcia su
una strada statale, io rispetto tutti i limiti dove c'è il cartello, penso di
essere stato truffato.
Un paio di anni fa ho pagato una multa a Milano:
- velocità rilevata km/h 76
- velocità effettiva (tolti cioè i 5 km/h come da legge) km/h 71
- limite massimo km/h 70

E.D.
Mangoso
2009-11-20 13:18:13 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by luca
Andavo alla bellezza di 55 Km/h dove il limite è 50 Km/h.
Non ritengo possibile avere la cognizione di soli 5 Km/h durante la
marcia su una strada statale, io rispetto tutti i limiti dove c'è il
cartello, penso di essere stato truffato.
- velocità rilevata km/h 76
- velocità effettiva (tolti cioè i 5 km/h come da legge) km/h 71
- limite massimo km/h 70
E.D.
Sarebbe da mettere sul giornale
WNC2
2009-11-20 13:46:39 UTC
Permalink
Post by Mangoso
Post by edi'®
Post by luca
Andavo alla bellezza di 55 Km/h dove il limite è 50 Km/h.
Non ritengo possibile avere la cognizione di soli 5 Km/h durante la
marcia su una strada statale, io rispetto tutti i limiti dove c'è il
cartello, penso di essere stato truffato.
- velocità rilevata km/h 76
- velocità effettiva (tolti cioè i 5 km/h come da legge) km/h 71
- limite massimo km/h 70
E.D.
Sarebbe da mettere sul giornale
certo è sfiga, ma come fare? c'è già un arrotondamento, poi metti anche
un'altra percentuale per evitare di pagare per 1 misero km di
differenza? e quando sgarri la seconda % di un altro km ne mettiamo un
altra?
Gobo
2009-11-21 17:01:18 UTC
Permalink
Post by Mangoso
Sarebbe da mettere sul giornale
No, sarebbe da crognare chi gliela ha comminata.
--
http://cuccona.myminicity.com/
--------------------------
Linux Debian - kernel 2.6.18-4-amd64
_________________________
http://xnews.newsguy.com/
Giovine
2009-11-23 17:46:19 UTC
Permalink
Post by Mangoso
Post by edi'®
- velocità rilevata km/h 76
- velocità effettiva (tolti cioè i 5 km/h come da legge) km/h 71
- limite massimo km/h 70
Sarebbe da mettere sul giornale
Perche'?
ponziopilato
2009-11-23 18:12:48 UTC
Permalink
Post by Giovine
Perche'?
per farsi ridere dietro no? :-)
Axeman
2009-11-20 13:48:36 UTC
Permalink
Post by edi'®
- velocità rilevata km/h 76
- velocità effettiva (tolti cioè i 5 km/h come da legge) km/h 71
- limite massimo km/h 70
Pure io, sul velox fisso di Corso Regina, a Torino.

E notare che quel velox l'ho visto costruire, so perfettamente dove sta
il cartello e dove stanno i sensori "veri" da ben prima che entrasse in
funzione, e sono strasicuro di non aver MAI oltrepassato i 70... ma vai
a dimostrarlo...
skipper
2009-11-20 13:37:25 UTC
Permalink
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM) sulla
strada statale Aurelia.
Andavo alla bellezza di 55 Km/h dove il limite è 50 Km/h.
Non ritengo possibile avere la cognizione di soli 5 Km/h durante la marcia
su una strada statale, io rispetto tutti i limiti dove c'è il cartello,
penso di essere stato truffato.
Non venite a farmi la ramanzina su 5 Km/h che non l'accetto, sono
maniacale sul rispetto dei limiti di velocità.
Vorrei sapere se posso contestare la multa e in che modo.
Ringrazio per i consigli...
Ciao, Luca
se sul verbale la velocità rilevata è 55kmh significa che andavi a 60 e che
hanno decurtato i 5kmh previsti per legge...
--
Skipper dixit...
on cbr1000rr
Azz... L'è minga el sescènt!!! L'è 'l mille!!!
motostory su http://www.superskipper.it/pagine/le_mie_moto.htm
luca
2009-11-20 13:49:02 UTC
Permalink
Post by skipper
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM) sulla
strada statale Aurelia.
[...]
Post by skipper
se sul verbale la velocità rilevata è 55kmh significa che andavi a 60 e che
hanno decurtato i 5kmh previsti per legge...
E va bene sarò andato a 60 ma sull'aurelia dove per il 90 % del tratto
roma-santa severa è a scorrimento e i limiti a 70/80/90, come si fa a
scendere a 50 ?
E' pericolosissimo.
Ma è normale tutto ciò ? A me sembra assurdo.
Boh, vedo che anche a voi sembra normale allora pago e basta.
Cioè limite a 90, limite a 80, limite a 50 ooops scendo pericolosamente
di colpo a 60 ---> multa.
Boh, mi pare talmente folle che non discuto.
La pago se devo, ma è roba da pazzi.
Posso capire lo stesso discorso fatto su velocità di 70/80.
Uno va a 75 su un tratto con limite a 70 allora ok, ci posso stare.
Stiamo parlando di 50 Km/h su strada statale signori.
Multato perché andavo a 55 ???
Mah.
Saluti
skipper
2009-11-20 13:54:08 UTC
Permalink
Post by luca
Post by skipper
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM) sulla
strada statale Aurelia.
[...]
Post by skipper
se sul verbale la velocità rilevata è 55kmh significa che andavi a 60 e
che hanno decurtato i 5kmh previsti per legge...
E va bene sarò andato a 60 ma sull'aurelia dove per il 90 % del tratto
roma-santa severa è a scorrimento e i limiti a 70/80/90, come si fa a
scendere a 50 ?
non capisco...
il limite era 50? ti hanno cuccato a 60?
hai superato il limiti di 10kmh...
sei multabile e basta...

scommetto che se il limite fosse stato di 80 e tu fossi andato a 90 avresti
fatto la stessa obiezione...

se ci sono dei limiti bisogna rispettarli anche se non ci piacciono...

se non li rispettiamo ne paghiamo le conseguenze...

semplicissimo...

e non ti sto demonizzando..
anche a me capita di non rispettare i limiti ...
e quando mi beccano pago la multa... non polemizzo...
--
Skipper dixit...
on cbr1000rr
Azz... L'è minga el sescènt!!! L'è 'l mille!!!
motostory su http://www.superskipper.it/pagine/le_mie_moto.htm
ponziopilato
2009-11-20 14:54:50 UTC
Permalink
Post by skipper
e quando mi beccano pago la multa... non polemizzo...
ci mancherebbe pure, a te dovrebbero levare la patente
ps: imparato le precedenze allora od ancora no?
Max max
2009-11-21 13:24:09 UTC
Permalink
Post by skipper
se non li rispettiamo ne paghiamo le conseguenze...
Il fatto è che quel limite è palesemente assurdo e così non si aumenta la
sicurezza sulla strada.
In un paese civile la gente si sarebbe ribellata.
In Italia le pecore non fanno nulla per aumentare la sicurezza stradale,
guidano in maniera pericolosa impunite ed ogni tanto pagano qualche multa
per un autovelox senza aver fatto nulla, in quel momento, di veramente
pericoloso.

Max max
Corrado
2009-11-21 14:13:06 UTC
Permalink
Post by Max max
Post by skipper
se non li rispettiamo ne paghiamo le conseguenze...
Il fatto è che quel limite è palesemente assurdo e così non si aumenta la
sicurezza sulla strada.
Ma porca troia. è l'inizio di un centro abitato, e dopo cento metri c'é
un incrocio semaforizzato con tanto di attraversamento pedonale. Se non
é sensato quello allora io vivevo non nel secolo, ma nel millennio passato
Post by Max max
In un paese civile la gente si sarebbe ribellata.
In Germania per farti scendere a 50 non c'é bisogno del limite. Basta la
segnalazione di centro abitato
Post by Max max
In Italia le pecore non fanno nulla per aumentare la sicurezza stradale,
guidano in maniera pericolosa impunite ed ogni tanto pagano qualche multa
per un autovelox senza aver fatto nulla, in quel momento, di veramente
pericoloso.
È la forma mentis che é pericolosa
ponziopilato
2009-11-23 08:22:17 UTC
Permalink
Post by Corrado
È la forma mentis che é pericolosa
già, e con certe è meglio lasciar perdere
ciao
WNC2
2009-11-20 14:05:53 UTC
Permalink
Post by luca
E va bene sarò andato a 60 ma sull'aurelia dove per il 90 % del tratto
roma-santa severa è a scorrimento e i limiti a 70/80/90, come si fa a
scendere a 50 ?
E' pericolosissimo.
Ma è normale tutto ciò ? A me sembra assurdo.
Boh, vedo che anche a voi sembra normale allora pago e basta.
Cioè limite a 90, limite a 80, limite a 50 ooops scendo pericolosamente
di colpo a 60 ---> multa.
Boh, mi pare talmente folle che non discuto.
La pago se devo, ma è roba da pazzi.
Posso capire lo stesso discorso fatto su velocità di 70/80.
Uno va a 75 su un tratto con limite a 70 allora ok, ci posso stare.
Stiamo parlando di 50 Km/h su strada statale signori.
Multato perché andavo a 55 ???
concordo totalmente con te, ma se vuoi contestare la multa "perchè non
ti sembra giusto" direi che non hai speranze non credi?
renato
2009-11-20 14:34:44 UTC
Permalink
Post by luca
Post by skipper
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM) sulla
strada statale Aurelia.
[...]
Post by skipper
se sul verbale la velocità rilevata è 55kmh significa che andavi a 60 e
che hanno decurtato i 5kmh previsti per legge...
Ma è normale tutto ciò ? A me sembra assurdo.
e' tipico delle regole in cui vengono applicate in maniera teutonica solo
per far cassa in un atteggiamento tipico dove il comportamento truffaldino
e' da parte delle istituzioni .
Io qualche anno fa ho preso un velox (l'unico in 25 anni di patente) in
trentinoalto adige mentre ero in ferie con la famiglia , andavo a 58 km
orari in un viale fuori un centro abitato largo come una pista da aerei ma
il limite era 50 , mi e' arrivata la multa a casa di 48 euro (nel verbale mi
e' stato notificato che andavo a 53 km/h)
ho pagato la multa , ho mandato una mail cortese ma abbastanza incazzata al
comune furbetto e all'assessore regionale per il turismo della regione
dicendo che l'anno seguente avrei cambiato destinazione.
Al di la delle sterili argomentazioni in cui qualcuno potrebbe dirmi che
pero' ho infranto il codice della strada ,quanto ci hanno guadagnato a fare
i furbetti??
luciano
2009-11-20 14:45:45 UTC
Permalink
Post by luca
Post by skipper
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM) sulla
strada statale Aurelia.
[...]
Post by skipper
se sul verbale la velocità rilevata è 55kmh significa che andavi a 60 e
che hanno decurtato i 5kmh previsti per legge...
Ma è normale tutto ciò ? A me sembra assurdo.
e' tipico delle regole in cui vengono applicate in maniera teutonica solo per
far cassa in un atteggiamento tipico dove il comportamento truffaldino e' da
parte delle istituzioni .
,quanto ci hanno guadagnato a fare i
furbetti??
adesso e' di moda dire, quando si prende una multa, che i comuni
vogliono far cassa ; che la strada e' un aeroporto ; che i vigili e\o
poliziotti sono dei fetenti ecc. ecc. Ma come ve lo devono dire che il
limite in citta' e' 50 ( cinquanta ) KM\h e sulle strade extra urbane
e' 110( centodieci) KM\h ,ove non esistano diverse indicazioni . se
sorpassate i limiti pagate !
--
ciao
Questa è una firma automatica di MesNews.
Sito: http://www.mesnews.net
ponziopilato
2009-11-20 14:56:13 UTC
Permalink
adesso e' di moda dire, quando si prende una multa, che i comuni vogliono
far cassa ; che la strada e' un aeroporto ; che i vigili e\o poliziotti
sono dei fetenti ecc. ecc. Ma come ve lo devono dire che il limite in
citta' e' 50 ( cinquanta ) KM\h e sulle strade extra urbane e' 110(
centodieci) KM\h ,ove non esistano diverse indicazioni . se sorpassate i
limiti pagate !
beh, pensa.. sai quanta gente non sa guidare e pensa di essere schumacher?
ecco spiegato il perchè

ciao
renato
2009-11-20 15:23:38 UTC
Permalink
adesso e' di moda dire, quando si prende una multa, che i comuni vogliono
far cassa ; che la strada e' un aeroporto ; che i vigili e\o poliziotti
sono dei fetenti ecc. ecc. Ma come ve lo devono dire che il limite in
citta' e' 50 ( cinquanta ) KM\h e sulle strade extra urbane e' 110(
centodieci) KM\h ,ove non esistano diverse indicazioni . se sorpassate i
limiti pagate !
le tue argomentazioni sono abbastanza banali e semplicistiche , stai
parlando poi con uno che rispetta le regole.(un unico velox, in 25 anni di
guida, il classico agguato per far cassa)
In Italia pero' le cose non funzionano cosi come negli altri stati: se vai
in Germania o Francia i limiti e le segnaletiche nelle strade sono piu'
conformi alla realta' , spesso all'estero mi trovo ad andare a velocita'
inferiori al limite richiesto perche' lo ritengo troppo pericoloso per una
andatura in sicurezza.
in Germania nelle autostrade la velocita e' libera tranne in tratti che sono
veramente pericolosi (e li i limiti li rispettano quasi tutti) qua in Italia
se devi stare dietro ai limiti e fine limiti perdi di vista la strada, se
viaggi in autostrada e ti perdi un segnale sei finito
Inoltre con le macchine attuali se vai a 50 o 58 devi tenere l'occhio sul
tachimentro o non ti accorgi di quanto vai , certi limiti in italia sono
anacronistici mai cambiati dai tempi in cui si viaggiava sulle 850 o sulle
topolino...
se poi aggiungi che tutti gli scandali dei semafori truffa sono tipicamente
italici non e' proprio "di moda " dire che e' tutta questione di cassa : e'
purtroppo la vergognosa realta' di quest'italia dei furbetti (e non mi
riferisco solo agli automobilisti)
Fortunatamente c'e' da parte di gran parte delle forze dell'ordine un modo
intelligente di usare le gli strumenti di sicurezza repressivi , non ultimo
quello di tarare i sensori a parametri leggermente superiori al limite
consentito in modo di cogliere in flagrante solo chi effettivamente e'
consapevole di essere in fallo...
Se non e' cosi spiegami come mai solo per l'italia esiste ora nel nuovo
codice l'obbligo di segnalare il velox o rilevazione della velocita 400mt
prima con segnale luminoso : Per eliminare questo malcostume diffuso
soprattutto dalle polizie comunali locali
WNC2
2009-11-20 18:16:31 UTC
Permalink
Post by renato
in Germania nelle autostrade la velocita e' libera tranne in tratti che sono
veramente pericolosi
è assolutamente il contrario, ci sono solo alcuni pezzi abbastanza brevi
dove la velocità è libera
Corrado
2009-11-20 20:01:16 UTC
Permalink
Post by renato
adesso e' di moda dire, quando si prende una multa, che i comuni vogliono
far cassa ; che la strada e' un aeroporto ; che i vigili e\o poliziotti
sono dei fetenti ecc. ecc. Ma come ve lo devono dire che il limite in
citta' e' 50 ( cinquanta ) KM\h e sulle strade extra urbane e' 110(
centodieci) KM\h ,ove non esistano diverse indicazioni . se sorpassate i
limiti pagate !
le tue argomentazioni sono abbastanza banali e semplicistiche , stai
parlando poi con uno che rispetta le regole.(un unico velox, in 25 anni di
guida, il classico agguato per far cassa)
In Italia pero' le cose non funzionano cosi come negli altri stati: se vai
in Germania o Francia i limiti e le segnaletiche nelle strade sono piu'
conformi alla realta' , spesso all'estero mi trovo ad andare a velocita'
inferiori al limite richiesto perche' lo ritengo troppo pericoloso per una
andatura in sicurezza.
Qunati chilometri fai all'anno in Germania e in Francia? Fra le due io
ne sommo circa 40.000, e tu stai dicendo fesserie riguardo la conformitá
alla pericolositá della strada da te percepita. E tu vai piú piano
perché se in Germania e Francia se ti fermano sono cazzi acidi
Post by renato
in Germania nelle autostrade la velocita e' libera tranne in tratti che sono
veramente pericolosi (e li i limiti li rispettano quasi tutti)
Altra fesseria. Fai Kempten- Danimarca. Sono piú i tratti a 120 che
quelli a velocitá libera

qua in Italia
Post by renato
se devi stare dietro ai limiti e fine limiti perdi di vista la strada, se
viaggi in autostrada e ti perdi un segnale sei finito
Inoltre con le macchine attuali se vai a 50 o 58 devi tenere l'occhio sul
tachimentro o non ti accorgi di quanto vai
Non é assolutamente vero. Basta l'abitudine. Alla terza flashata che mi
sono preso (e comunque sempre max +15 km/h) ho imparato


, certi limiti in italia sono
Post by renato
anacronistici mai cambiati dai tempi in cui si viaggiava sulle 850 o sulle
topolino...
se poi aggiungi che tutti gli scandali dei semafori truffa sono tipicamente
italici non e' proprio "di moda " dire che e' tutta questione di cassa : e'
purtroppo la vergognosa realta' di quest'italia dei furbetti (e non mi
riferisco solo agli automobilisti)
Su questo sono d'accordo. Peró se gli atri fanno i furbetti non sei
autorizzato a farlo anche tu
Post by renato
Fortunatamente c'e' da parte di gran parte delle forze dell'ordine un modo
intelligente di usare le gli strumenti di sicurezza repressivi , non ultimo
quello di tarare i sensori a parametri leggermente superiori al limite
consentito in modo di cogliere in flagrante solo chi effettivamente e'
consapevole di essere in fallo...
La taratura intelligente é ESATTAMENTE quella che ti ha beccato
Post by renato
Se non e' cosi spiegami come mai solo per l'italia esiste ora nel nuovo
codice l'obbligo di segnalare il velox o rilevazione della velocita 400mt
prima con segnale luminoso : Per eliminare questo malcostume diffuso
soprattutto dalle polizie comunali locali
Non é vero. I fissi sono indicati anche in Francia
vigile
2009-11-23 15:11:52 UTC
Permalink
Post by Corrado
La taratura intelligente é ESATTAMENTE quella che ti ha beccato
con il nuovo codice della strada le tarature sono effettuate ai termini
prescritti , ma esiste anche l'obbligo da parte delle forze dell'ordine atte
a effettuare i rilevamenti a porre un cartello luminoso ad almeno 400m dal
punto di rilevamento e privo di intersezioni tra segnalazione e rilevamento
.
In pratica ora non c'e' piu' tolleranza ma se ti beccano e' proprio colpa
tua
Post by Corrado
Non é vero. I fissi sono indicati anche in Francia
si nelle autostrade ,sono indicati ma non ne esiste l'obbligo
Gianfranco
2009-11-23 16:10:57 UTC
Permalink
On Mon, 23 Nov 2009 16:11:52 +0100, vigile wrote:

Ciao,
Post by vigile
a effettuare i rilevamenti a porre un cartello luminoso ad almeno 400m dal
punto di rilevamento e privo di intersezioni tra segnalazione e rilevamento
Cosa si intende per "cartello luminoso"? Qui da noi han preso a
metterli, 'sti benedetti cartelli (e meno male, gli agguati di prima
erano francamente odiosi), ma son cartelli normali, bianchi con scritte
nere se non sbaglio. Sono illegali?

E nel caso uno dovesse farsi beccare, potrebbe far ricorso? E sarebbe
sufficiente testimoniare che il cartello non era a norma?

O si rischia di passar da bischeri perche', pur avendo visto il
cartello, abbiamo continuato ad andar forte? ;-)

Un saluto,
--
Gianfranco Bertozzi
Linux User #183585
vigile
2009-11-24 07:19:31 UTC
Permalink
Post by Gianfranco
Ciao,
Post by vigile
a effettuare i rilevamenti a porre un cartello luminoso ad almeno 400m dal
punto di rilevamento e privo di intersezioni tra segnalazione e rilevamento
Cosa si intende per "cartello luminoso"? Qui da noi han preso a
metterli, 'sti benedetti cartelli (e meno male, gli agguati di prima
erano francamente odiosi), ma son cartelli normali, bianchi con scritte
nere se non sbaglio. Sono illegali?
vai da un comando di polizia municipale vicino a casa tua e ,con gentilezza
fatti spiegare le novita del cosice della strada , e' un tuo diritto.
Il codice parla espressamente di "cartello luminoso"
Corrado
2009-11-24 17:12:08 UTC
Permalink
Post by vigile
Post by Gianfranco
Ciao,
Post by vigile
a effettuare i rilevamenti a porre un cartello luminoso ad almeno 400m dal
punto di rilevamento e privo di intersezioni tra segnalazione e rilevamento
Cosa si intende per "cartello luminoso"? Qui da noi han preso a
metterli, 'sti benedetti cartelli (e meno male, gli agguati di prima
erano francamente odiosi), ma son cartelli normali, bianchi con scritte
nere se non sbaglio. Sono illegali?
vai da un comando di polizia municipale vicino a casa tua e ,con gentilezza
fatti spiegare le novita del cosice della strada , e' un tuo diritto.
Il codice parla espressamente di "cartello luminoso"
http://poliziadistato.it/pds/file/files/direttiva_velocita.pdf


Questa é la direttiva di Maroni. Dove sono i Cartelli luminosi?

Magari sei a conoscenza di altre direttive e/o DL e/o modifiche al CDS

Puoi postare?
Sparrow®
2009-11-24 17:21:09 UTC
Permalink
Post by vigile
Il codice parla espressamente di "cartello luminoso"
L'art. 142, co. 6-bis riporta: "ricorrendo all'impiego di cartelli *o*
di dispositivi di segnalazione luminosi".
Corrado
2009-11-24 17:48:52 UTC
Permalink
Post by Sparrow®
Post by vigile
Il codice parla espressamente di "cartello luminoso"
L'art. 142, co. 6-bis riporta: "ricorrendo all'impiego di cartelli *o*
di dispositivi di segnalazione luminosi".
Insomma vigile come al solito ha dimostrato di essere un cazzaro

luca
2009-11-20 16:03:44 UTC
Permalink
Post by luciano
Post by renato
Post by luca
Post by skipper
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM)
sulla strada statale Aurelia.
[...]
Post by skipper
se sul verbale la velocità rilevata è 55kmh significa che andavi a
60 e che hanno decurtato i 5kmh previsti per legge...
Ma è normale tutto ciò ? A me sembra assurdo.
e' tipico delle regole in cui vengono applicate in maniera teutonica
solo per far cassa in un atteggiamento tipico dove il comportamento
truffaldino e' da parte delle istituzioni .
,quanto ci hanno guadagnato a fare i
Post by renato
furbetti??
adesso e' di moda dire, quando si prende una multa, che i comuni
vogliono far cassa ; che la strada e' un aeroporto ; che i vigili e\o
poliziotti sono dei fetenti ecc. ecc. Ma come ve lo devono dire che il
limite in citta' e' 50 ( cinquanta ) KM\h e sulle strade extra urbane e'
110( centodieci) KM\h ,ove non esistano diverse indicazioni . se
sorpassate i limiti pagate !
Forse quanti si sono accodati al mio post criticando non hanno capito
bene la situazione.
Strada extraurbana, statale Aurelia, libero scorrimento, doppia corsia.
Il limite di velocità cambia un numero elevatissimo di volte da 70 a 90
intervallato da tratti a 80 Km/h (questo perché chi di dovere se ne
frega altamente di sistemare la situazione).
Giunti al passaggio della località Torrimpietra bisogna rallentare
perché c'è un semaforo fatto apposta per creare code (poco prima c'è
l'imbocco per l'autostrada).
Se io comincio a far multe assurde e creo code chilometriche su una
extraurbana logicamente sto invogliando gli automobilisti ad imboccare
l'autostrada. Altrimenti non si capisce perché tutto questo accanimento
di autovelox e multe sta guardacaso proprio a torrimpietra e non in aree
urbane ben più a rischio come le successive santa severa o santa marinella.
Dato che non sono uno stupido queste critiche me le permetterete.
Ora prendere una multa perché andavo a 60 (sulla multa c'è scritto 55 ma
mettiamo 60) su una extraurbana quale è la via aurelia *non è* come
prendere una multa perché andavo a 70 dove il limite è 60.
Reggere col pedale i 50 orari è complicato in quinta marcia, bisogna
frenare, scalare di getto in terza, e proseguire a 50 per 800 metri/1 Km
circa leggendo di continuo il contachilometri.
Non mi dite come si guida la macchina che la porto da 15 anni senza aver
mai fatto mezza tamponata.
Non è polemizzare, io voglio solo sapere se qualcuno sa se è possibile
ricorrere dato che non sono l'unico multato in quel punto.

Saluti
Uplbet
2009-11-20 16:21:43 UTC
Permalink
Post by luca
Non è polemizzare, io voglio solo sapere se qualcuno sa se è possibile
ricorrere dato che non sono l'unico multato in quel punto.
certo che e' possibile ... ma su quale fondamento?
Ciao
---
Uplbet
luca
2009-11-20 16:41:45 UTC
Permalink
Post by Uplbet
Post by luca
Non è polemizzare, io voglio solo sapere se qualcuno sa se è possibile
ricorrere dato che non sono l'unico multato in quel punto.
certo che e' possibile ... ma su quale fondamento?
Ciao
---
Uplbet
Non lo so, possibile che multe così siano passabili ?
E' poco, sono 54 euro mi pare, non è per soldi.
Ma è questione che il meccanismo che c'è sotto puzza di truffa.
La multa è stata fatta da un dipositivo messo sul un palo bianco
senza agenti vicino. Tutto automatico.
Conoscevo le colonnine e sono stato attento alla velocità e nonostante
ciò è stata fatta la multa, non è giusto.
Io non la pagherò mai, scherziamo, li faccio morire prima che becchino
un euro da me a costo di pagarla triplicata, volevo sapere se e come
ricorrere da qualcuno che magari è stato multato allo stesso modo.
Se esiste una "scappatoia".
Ciao
ponziopilato
2009-11-20 16:45:13 UTC
Permalink
"luca" <***@luca.lu> ha scritto nel messaggio news:4b06c6c4$0$10438$***@reader2.news.tin.it...
li faccio morire prima che becchino
Post by luca
un euro da me a costo di pagarla triplicata,
bell'affare
Uplbet
2009-11-20 19:58:46 UTC
Permalink
Post by luca
Post by Uplbet
certo che e' possibile ... ma su quale fondamento?
La multa è stata fatta da un dipositivo messo sul un palo bianco
senza agenti vicino.
mi sembra di ricordare che occorre presenza di agenti. Se cosi' fosse,
ecco il fondamento per il ricorso!
Ciao
---
Uplbet
Corrado
2009-11-20 20:02:37 UTC
Permalink
Post by luca
Reggere col pedale i 50 orari è complicato in quinta marcia, bisogna
frenare, scalare di getto in terza, e proseguire a 50 per 800 metri/1 Km
circa leggendo di continuo il contachilometri.
Non sei capace di guidare
ponziopilato
2009-11-21 10:22:00 UTC
Permalink
Post by Corrado
Non sei capace di guidare
non è vero, lui è bravissimo
sei tu che non usi google earth
:-)
un chilometro in terza.. incredibile..
ponziopilato
2009-11-21 08:32:42 UTC
Permalink
Post by luca
Reggere col pedale i 50 orari è complicato in quinta marcia, bisogna
frenare, scalare di getto in terza, e proseguire a 50 per 800 metri/1 Km
circa leggendo di continuo il contachilometri.
questa mi era sfuggita, ma davvero guidi così male? oh mamma..
luca
2009-11-21 10:14:15 UTC
Permalink
Post by ponziopilato
Post by luca
Reggere col pedale i 50 orari è complicato in quinta marcia, bisogna
frenare, scalare di getto in terza, e proseguire a 50 per 800 metri/1
Km circa leggendo di continuo il contachilometri.
questa mi era sfuggita, ma davvero guidi così male? oh mamma..
Guido da 15 anni senza mai incidenti e senza multe, tu ?
E comunque:
latitudine 41°54'50.71"N
longitudine 12°12'21.03"E
Usa street view, direzione torrimpietra.
Guarda dove è il cartello dei 50 (dietro curvone) e calcola che la foto
è stata fatta prima del primo passaggio pedonale alle 4 di mattina.
Calcola che la mia velocità era di 60 Km/h.
Studiati bene il tratto, non a caso comincio da lì (imbocco autostrada).
Se non capisci un cazzo lascia perdere, date le tue risposte ho capito
che sto avendo a che fare con un demente, ma ci provo lo stesso a spiegarti.
In ogni caso non si può considerare eccesso di velocità una macchina che
va a 60 su un tratto del genere alle 4 di mattina.
Lì passano a 100-120 e mi vieni a fare la ramanzina a me ?
Non è il caso guarda.
Se lì avessi rallentato a 50 rischiavo pure il tamponamento.
Comunque non meriti ulteriori risposte se vuoi capire ti studi la
situazione con google earth, se non vuoi capire allora lascia perdere.
il tuo comportamento in questo ng è trollaggio puro perciò non ti darò
ulteriori risposte.
ponziopilato
2009-11-21 10:18:46 UTC
Permalink
Post by luca
Post by ponziopilato
Post by luca
Reggere col pedale i 50 orari è complicato in quinta marcia, bisogna
frenare, scalare di getto in terza, e proseguire a 50 per 800 metri/1 Km
circa leggendo di continuo il contachilometri.
questa mi era sfuggita, ma davvero guidi così male? oh mamma..
Guido da 15 anni senza mai incidenti e senza multe, tu ?
io guido da piu tempo piu chilometri ed idem come sopra ma non mi sognerei
mai di fare un chilometro in terza marcia a meno che non sia in salita come
hai scritto tu sopra mamma mia..
Post by luca
latitudine 41°54'50.71"N
longitudine 12°12'21.03"E
Usa street view, direzione torrimpietra.
Guarda dove è il cartello dei 50 (dietro curvone) e calcola che la foto è
stata fatta prima del primo passaggio pedonale alle 4 di mattina.
Calcola che la mia velocità era di 60 Km/h.
ok stop, limite 50 andavi a 60 che cavolo vuoi?
Post by luca
Studiati bene il tratto, non a caso comincio da lì (imbocco autostrada).
Se non capisci un cazzo lascia perdere, date le tue risposte ho capito che
sto avendo a che fare con un demente, ma ci provo lo stesso a spiegarti.
no demente sei tu che non conosci il codice stradale, vai a 60 dove ci sono
i 50 e fai un chilometro in terza prima di cambiare marcia..
Post by luca
In ogni caso non si può considerare eccesso di velocità una macchina che
va a 60 su un tratto del genere alle 4 di mattina.
Lì passano a 100-120 e mi vieni a fare la ramanzina a me ?
Non è il caso guarda.
dici? a quelli che passano oltre i 40 km dal limite ritireranno anche la
patente a te la multa.. fai ragionamenti senza senso
Post by luca
Se lì avessi rallentato a 50 rischiavo pure il tamponamento.
Comunque non meriti ulteriori risposte se vuoi capire ti studi la
situazione con google earth, se non vuoi capire allora lascia perdere.
se vuoi capire tu ti studi il codice della strada e rifai l'esame, se non
sai guidare torna a scuola guida
Post by luca
il tuo comportamento in questo ng è trollaggio puro perciò non ti darò
ulteriori risposte.
in pratica è un troll chi non ti dice le cose che vorresti sentirti dire..
ma impara a guidare va.. altrochè guardare con google earth
pirla
ponziopilato
2009-11-21 10:20:40 UTC
Permalink
Post by ponziopilato
io guido da piu tempo piu chilometri ed idem come sopra ma non mi sognerei
mai di fare un chilometro in terza marcia a meno che non sia in salita
come hai scritto tu sopra mamma mia..
onde evitare problemi di comprensione al pirla che non sa guidare

" non mi sognerei mai di fare un chilometro in terza marcia come
Post by ponziopilato
hai scritto tu sopra, a meno che non sia in salita
bye
Corrado
2009-11-21 10:22:57 UTC
Permalink
Post by luca
Post by ponziopilato
Post by luca
Reggere col pedale i 50 orari è complicato in quinta marcia, bisogna
frenare, scalare di getto in terza, e proseguire a 50 per 800 metri/1
Km circa leggendo di continuo il contachilometri.
questa mi era sfuggita, ma davvero guidi così male? oh mamma..
Guido da 15 anni senza mai incidenti e senza multe, tu ?
latitudine 41°54'50.71"N
longitudine 12°12'21.03"E
Usa street view, direzione torrimpietra.
Guarda dove è il cartello dei 50 (dietro curvone) e calcola che la foto
è stata fatta prima del primo passaggio pedonale alle 4 di mattina.
Calcola che la mia velocità era di 60 Km/h.
Studiati bene il tratto, non a caso comincio da lì (imbocco autostrada).
Se non capisci un cazzo lascia perdere, date le tue risposte ho capito
che sto avendo a che fare con un demente, ma ci provo lo stesso a spiegarti.
In ogni caso non si può considerare eccesso di velocità una macchina che
va a 60 su un tratto del genere alle 4 di mattina.
Lì passano a 100-120 e mi vieni a fare la ramanzina a me ?
Non è il caso guarda.
Se lì avessi rallentato a 50 rischiavo pure il tamponamento.
Comunque non meriti ulteriori risposte se vuoi capire ti studi la
situazione con google earth, se non vuoi capire allora lascia perdere.
il tuo comportamento in questo ng è trollaggio puro perciò non ti darò
ulteriori risposte.
Allora. Tu stai entrando in un centro abitato, di notte. L'inizio del
centro abitato si trova dietro un curvone. Allora vediamo un po'
Limite 90 km/h. Strettoia e curvone. Devi rallentare. Velocitá circa 70.
Vedi il cartello di inizio centro abitato dove la velocitá ammessa,
SALVO INDICAZIONE CONTRARIA, é di 50 km/h. Se sei una persona normale ti
basta sollevare il piede dall'acceleratore, eventualmente scalare in 4°
e sei giá a velocitá codice. In piú c'é un passaggio pedonale, in
prossimitá del quale sei tenuto, IN OGNI CASO, a moderare la velocitá. E
hai ancora da parlare?
Ma vaffanculo
ponziopilato
2009-11-21 10:24:22 UTC
Permalink
Post by Corrado
Allora. Tu stai entrando in un centro abitato, di notte. L'inizio del
centro abitato si trova dietro un curvone. Allora vediamo un po'
Limite 90 km/h. Strettoia e curvone. Devi rallentare. Velocitá circa 70.
Vedi il cartello di inizio centro abitato dove la velocitá ammessa, SALVO
INDICAZIONE CONTRARIA, é di 50 km/h. Se sei una persona normale ti basta
sollevare il piede dall'acceleratore, eventualmente scalare in 4° e sei
giá a velocitá codice. In piú c'é un passaggio pedonale, in prossimitá del
quale sei tenuto, IN OGNI CASO, a moderare la velocitá. E hai ancora da
parlare?
Ma vaffanculo
lui ha imparato a guidare su google earth che ti credi, tzè :-)
luca
2009-11-21 10:38:57 UTC
Permalink
Post by Corrado
Post by luca
Post by ponziopilato
Post by luca
Reggere col pedale i 50 orari è complicato in quinta marcia, bisogna
frenare, scalare di getto in terza, e proseguire a 50 per 800
metri/1 Km circa leggendo di continuo il contachilometri.
questa mi era sfuggita, ma davvero guidi così male? oh mamma..
Guido da 15 anni senza mai incidenti e senza multe, tu ?
latitudine 41°54'50.71"N
longitudine 12°12'21.03"E
Usa street view, direzione torrimpietra.
[cut]
Post by Corrado
Allora. Tu stai entrando in un centro abitato, di notte. L'inizio del
centro abitato si trova dietro un curvone. Allora vediamo un po'
Limite 90 km/h. Strettoia e curvone. Devi rallentare. Velocitá circa 70.
No sbagliato, velocità a 60 io ero a 58 (a detta della multa riporta 55
Km/h).
CINQUANTOTTO TESTA DI CAZZO!
Post by Corrado
Vedi il cartello di inizio centro abitato dove la velocitá ammessa,
SALVO INDICAZIONE CONTRARIA, é di 50 km/h.
Dietro al curvone a 60 Km/h vedo il cartello di centro abitato. Bene
alzo il pedale, ero a 58 Km/h, e la foto è prima del pedonale scommetti
che fregavano anche te brutto testa di cazzo ?
A COGLIONE !


Se sei una persona normale ti
Post by Corrado
basta sollevare il piede dall'acceleratore, eventualmente scalare in 4°
e sei giá a velocitá codice. In piú c'é un passaggio pedonale, in
prossimitá del quale sei tenuto, IN OGNI CASO, a moderare la velocitá. E
hai ancora da parlare?
Ma vaffanculo
I pali rilevatori sono prima del pedonale e comunque a semaforo spento
alle 4 di mattina a 58 sull'aurelia dietro a un curvone non mi pare il
caso di mandare affanculo la gente.
Comunque veramente siete solo tu e ponziopilato a pensarla così.
Il buon senso è appannaggio di persone intelligenti, evidentemente tu e
ponzio non lo siete.
ponziopilato
2009-11-21 10:41:17 UTC
Permalink
Post by luca
Post by luca
I pali rilevatori sono prima del pedonale e comunque a semaforo spento
alle 4 di mattina a 58 sull'aurelia dietro a un curvone non mi pare il
caso di mandare affanculo la gente.
Comunque veramente siete solo tu e ponziopilato a pensarla così.
Il buon senso è appannaggio di persone intelligenti, evidentemente tu e
ponzio non lo siete.
certo e tu sei un coglione che non rispetta le norme e pretende di aver
ragione
io ti leverei la patente solo per questo
anzi spero che tu perda il ricorso e che paghi la multa due volte mica una
sola
ma guarda te che gente che gira
un chilometro in terza a 60 orari
pirla
piangi, ti hanno multato, piangi
luca
2009-11-21 11:02:21 UTC
Permalink
Post by ponziopilato
Post by luca
Post by luca
I pali rilevatori sono prima del pedonale e comunque a semaforo spento
alle 4 di mattina a 58 sull'aurelia dietro a un curvone non mi pare il
caso di mandare affanculo la gente.
Comunque veramente siete solo tu e ponziopilato a pensarla così.
Il buon senso è appannaggio di persone intelligenti, evidentemente tu
e ponzio non lo siete.
certo e tu sei un coglione che non rispetta le norme e pretende di aver
ragione
io ti leverei la patente solo per questo
anzi spero che tu perda il ricorso e che paghi la multa due volte mica
una sola
ma guarda te che gente che gira
un chilometro in terza a 60 orari
pirla
piangi, ti hanno multato, piangi
Ho detto che faccio un chilometro in terza a 60 orari ?
Boh, comunque non conoscendomi non puoi giudicare la mia guida, puoi
dire quello che vuoi.
La multa la pago anche tre volte non ho problema di soldi.
Io sono contro quei furbetti del quartierino che mettono questi paletti
a loro uso e consumo.
Poi c'è il branco di perbenisti che gli va dietro, finché non vedono non
credono, saresti stato multato anche tu, ne sono sicuro.
Ecco perché sono arrabbiato, perché il ripetto del limite di velocità è
sempre stata una mia priorità, solo che quando è impossibile rispettarlo
non ci sto.
C'è la malafede.
Poi non sta a te giudicare se ho torto o ragione, fin dove posso far
capire spiego, poi pazienza.
Lì c'è un centro abitato, benissimo il limite a 50, ma va messo prima e
non dietro una curva!
Soprattutto va segnalato il centro abitato.
Se fossero state le 10 di mattina altro che a 50, lì bisogna andare a
30/40 o meno, di fatto si passa da 90 a 50 in pochi metri, a dire dalla
quinta alla terza forse ho esagerato, ma i tempi di reazione vanno
calcolati e pensa io non ero nemmeno a 90.
Bah, basta va, mi sono dilungato.
ponziopilato
2009-11-23 08:21:32 UTC
Permalink
Post by luca
Bah, basta va, mi sono dilungato.
Appunto..
usa il tempo per imparare a guidare e studiarti il codice stradale
Corrado
2009-11-21 10:43:40 UTC
Permalink
Post by luca
I pali rilevatori sono prima del pedonale e comunque a semaforo spento
alle 4 di mattina a 58 sull'aurelia dietro a un curvone non mi pare il
caso di mandare affanculo la gente.
Comunque veramente siete solo tu e ponziopilato a pensarla così.
Il buon senso è appannaggio di persone intelligenti, evidentemente tu e
ponzio non lo siete.
Per due persone che ragionavano come te mi sono dovuto alzare alle 5 di
mattina, correre in caserma e aiutare nei lavori di soccorso. Sono morti
TUTTI e 2, e uno aveva 17 anni. Era la sua prima settimana di lavoro. Il
luogo é praticamente identico. Se avessero rispettato il limite
sarebbero ancora vivi.
Ribadisco il mio VAFFANCULO
ponziopilato
2009-11-21 10:46:03 UTC
Permalink
Post by Corrado
Per due persone che ragionavano come te mi sono dovuto alzare alle 5 di
mattina, correre in caserma e aiutare nei lavori di soccorso. Sono morti
TUTTI e 2, e uno aveva 17 anni. Era la sua prima settimana di lavoro. Il
luogo é praticamente identico. Se avessero rispettato il limite sarebbero
ancora vivi.
Ribadisco il mio VAFFANCULO
già.. ed il bello è che non capiscono, anzi la colpa è tua che glielo dici..
vigile
2009-11-23 15:20:22 UTC
Permalink
Post by luca
Comunque veramente siete solo tu e ponziopilato a pensarla così.
Il buon senso è appannaggio di persone intelligenti, evidentemente tu e
ponzio non lo siete.
questi sono due troll che non sanno cosa fare , lasciali perdere , vai da
una associazione consumatori , verifica che il velox sia segnalato 400mt
prima da cartello luminoso come prescritto da codice (i cartelli fissi privi
di caratteristiche "luminose" dovrebbero gia' essere in grado di poter
effettuare un ricorso)
eventualmente se le cose sono sospette divulga le tue informazioni a media
come striscia la notizia (queste fuberie da furbetto da quartiere fatte dai
comuni piacciono a quelli di striscia)o mi mnada rai3
Corrado
2009-11-23 15:36:58 UTC
Permalink
Post by vigile
Post by luca
Comunque veramente siete solo tu e ponziopilato a pensarla così.
Il buon senso è appannaggio di persone intelligenti, evidentemente tu e
ponzio non lo siete.
questi sono due troll che non sanno cosa fare , lasciali perdere , vai da
una associazione consumatori , verifica che il velox sia segnalato 400mt
prima da cartello luminoso come prescritto da codice (i cartelli fissi privi
di caratteristiche "luminose" dovrebbero gia' essere in grado di poter
effettuare un ricorso)
eventualmente se le cose sono sospette divulga le tue informazioni a media
come striscia la notizia (queste fuberie da furbetto da quartiere fatte dai
comuni piacciono a quelli di striscia)o mi mnada rai3
Tu hai visto dove ha effettuato l'infrazione vero? Oltretutto di notte.
Oltre alle solite scuse da lui apposte.
E io sarei il troll, vero?
ponziopilato
2009-11-23 16:32:15 UTC
Permalink
"Corrado" <corrado-***@web.de> ha scritto nel messaggio
news:4b0aac13$0$6549>>
Post by Corrado
Tu hai visto dove ha effettuato l'infrazione vero? Oltretutto di notte.
Oltre alle solite scuse da lui apposte.
E io sarei il troll, vero?
ma no è lui che non è un vigile
ponziopilato
2009-11-23 16:31:56 UTC
Permalink
Post by vigile
questi sono due troll che non sanno cosa fare , lasciali perdere , vai da
una associazione consumatori , verifica che il velox sia segnalato 400mt
prima da cartello luminoso come prescritto da codice (i cartelli fissi
privi di caratteristiche "luminose" dovrebbero gia' essere in grado di
poter effettuare un ricorso)
eventualmente se le cose sono sospette divulga le tue informazioni a
media come striscia la notizia (queste fuberie da furbetto da quartiere
fatte dai comuni piacciono a quelli di striscia)o mi mnada rai3
e tu saresti un vigile?
mamma mia
ponziopilato
2009-11-21 10:23:28 UTC
Permalink
"luca" <***@luca.lu> ha scritto nel messaggio news:4b07bd72$0$640$***@reader4.news.tin.it...
.
Post by luca
il tuo comportamento in questo ng è trollaggio puro perciò non ti darò
ulteriori risposte.
il tuo comportamento sulle strade è da perfetto incapace e pertanto sarebbe
meglio tu girassi in autobus :-)
un chilometro in terza.. da incorniciare :-)
Corrado
2009-11-21 10:24:07 UTC
Permalink
Post by luca
il tuo comportamento in questo ng è trollaggio puro perciò non ti darò
ulteriori risposte.
Lui non é uhn troll. Sei tu che sei un delinqunte. E pure pirla
ponziopilato
2009-11-21 10:26:22 UTC
Permalink
Post by Corrado
Lui non é uhn troll. Sei tu che sei un delinqunte. E pure pirla
forse guida una di quelle macchinette per i 14enni viziati..solo così si
potrebbe spiegare, forse, il chilometro fatto in terza..
certo, per andare così veloce deve aver truccato il motore a scapito della
sicurezza, indi rischia pure il sequestro del mezzo :-)
Corrado
2009-11-21 10:44:10 UTC
Permalink
Post by ponziopilato
Post by Corrado
Lui non é uhn troll. Sei tu che sei un delinqunte. E pure pirla
forse guida una di quelle macchinette per i 14enni viziati..solo così si
potrebbe spiegare, forse, il chilometro fatto in terza..
certo, per andare così veloce deve aver truccato il motore a scapito
della sicurezza, indi rischia pure il sequestro del mezzo :-)
Rotfl
ponziopilato
2009-11-20 14:55:27 UTC
Permalink
Post by renato
ho pagato la multa , ho mandato una mail cortese ma abbastanza incazzata
al comune furbetto e all'assessore regionale per il turismo della regione
dicendo che l'anno seguente avrei cambiato destinazione.
e dimmi, ti hanno risposto sconsolati?
renato
2009-11-20 15:27:24 UTC
Permalink
Post by ponziopilato
e dimmi, ti hanno risposto sconsolati?
beh , il comune non si e' beccato i 1500 euro che ci ho lasciato per le
ferie , in conpenso hanno 48 euro in piu
In ogni caso , visto che sembra dalla domanda mi ritieni un idiota spiegami
come mai (la multa l'ho presa nel 2005) hanno cambiato le regole del codice
della strada riguasrdo i velox ? La mia lettera non e' servita a niente ma
probabilmente qualcuno ha preso coscienza che i comuni facevano i furbetti?
ponziopilato
2009-11-20 15:34:11 UTC
Permalink
Post by renato
Post by ponziopilato
e dimmi, ti hanno risposto sconsolati?
beh , il comune non si e' beccato i 1500 euro che ci ho lasciato per le
ferie , in conpenso hanno 48 euro in piu
oddio, hai solo liberato un posto che avrà preso qualcun altro tutto qui
Post by renato
In ogni caso , visto che sembra dalla domanda mi ritieni un idiota
se lo dici tu


spiegami
Post by renato
come mai (la multa l'ho presa nel 2005) hanno cambiato le regole del
codice della strada riguasrdo i velox ? La mia lettera non e' servita a
niente ma probabilmente qualcuno ha preso coscienza che i comuni facevano
i furbetti?
lo chiedi a me?
cmq sia non credo sia dipeso dalla tua lettera o solo da quella, ci
mancherebbe pure
Giovine
2009-11-23 17:48:32 UTC
Permalink
Post by renato
ho pagato la multa , ho mandato una mail cortese ma abbastanza incazzata al
comune furbetto e all'assessore regionale per il turismo della regione
dicendo che l'anno seguente avrei cambiato destinazione.
Al di la delle sterili argomentazioni in cui qualcuno potrebbe dirmi che
pero' ho infranto il codice della strada ,quanto ci hanno guadagnato a fare
i furbetti??
La teoria dice che le leggi vanno rispettate a prescindere da a chi
conviene o sconviene. E pensa che potevi andare a 55, quindi gia' 5
piu' del limite, e nessuno ti avrebbe detto niente.
Corrado
2009-11-20 19:53:29 UTC
Permalink
Post by luca
Post by skipper
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
automatico posto in prossimità del semaforo di Torrimpietra (RM)
sulla strada statale Aurelia.
[...]
Post by skipper
se sul verbale la velocità rilevata è 55kmh significa che andavi a 60
e che hanno decurtato i 5kmh previsti per legge...
E va bene sarò andato a 60 ma sull'aurelia dove per il 90 % del tratto
roma-santa severa è a scorrimento e i limiti a 70/80/90, come si fa a
scendere a 50 ?
E' pericolosissimo.
Cazzate
Post by luca
Ma è normale tutto ciò ? A me sembra assurdo.
azzata
Post by luca
Boh, vedo che anche a voi sembra normale allora pago e basta.
Cioè limite a 90, limite a 80, limite a 50 ooops scendo pericolosamente
di colpo a 60 ---> multa.
Devi scendere a meno di 58. Paga
Post by luca
Boh, mi pare talmente folle che non discuto.
In qualsiasi paese europeo é normale
Post by luca
La pago se devo, ma è roba da pazzi.
È da pazzi essere convinti di essere dalla parte della ragione
Post by luca
Posso capire lo stesso discorso fatto su velocità di 70/80.
Uno va a 75 su un tratto con limite a 70 allora ok, ci posso stare.
Stiamo parlando di 50 Km/h su strada statale signori.
Multato perché andavo a 55 ???
Andavi a 60 almeno
ponziopilato
2009-11-20 14:53:25 UTC
Permalink
Post by luca
penso di essere stato truffato.
certo, come no..
Euclide
2009-11-20 16:59:43 UTC
Permalink
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
Ringrazio per i consigli...
Segui questa falsa riga e cfai ricorso:

Ufficio Del Giudice di Pace di x
Ricorso in opposizione a sanzione amministrativa
Ill.mo sig. Giudice,
ricorre: x in proprio, nato a x e residente in x ma elettivamente
domiciliato, ai fini della presente opposizione, in x, presso la
residenza del Sig. x, quest’ultima situata in x;

il quale premette ed espone
L’istante, in qualità di proprietario della moto targata x ha ricevuto
in data XXXXXX ad opera della Polizia Municipale di x, notifica di
accertamento di una infrazione compiuta ex art. 142/8 del C.d.S. il
giorno x, ore 10,26 sulla x, alla progressiva chilometrica x (consultate
il verbale x - all. n.1).
Tale infrazione non è stata immediatamente contestata ed è stata
utilizzata, sempre ai fini di cui sopra, così come del resto indicato
sul verbale, apparecchiatura collocata in postazione fissa del tipo
Traffiphot III SR.
Parte ricorrente è stata resa edotta che a seguito di detta violazione
dovrà essere effettuato un complessivo pagamento in misura ridotta pari
ad EURO x (importo comprendente le spese di notifica) poiché il
conducente circolava alla velocità di Km/h 1x, superando così di KM/h
il limite massimo stabilito in KM/h 70 alla guida del mezzo di trasporto
contrassegnato dalla targa sopra indicata.
Sul verbale viene peraltro specificato che il motivo della mancata
contestazione immediata è da ascrivere al fatto che i verbalizzanti,
considerando il tratto stradale oggetto dell’eseguito rilievo, hanno
dichiarato di avvalersi dell’art.4 comma 2 della legge n.168 dell’1.8.02
e del Decreto Prefettizio identificato dal prot. n.178/037AREA 4 del
16.1.04.
Inoltre al proprietario del mezzo sanzionato è stato comunicato che la
rilevata infrazione determina la detrazione di n.2 punti dalla patente
di guida a carico dell’effettivo trasgressore tanto che il medesimo ha
ricevuto contestuale invito a comunicare i dati dell’effettivo
conducente (invito poi assolto con lettera che si produce e che attesta
che il conducente della moto coincide con il proprietario della stessa –
all. n.2).
Con il presente ricorso si chiede l’annullamento di detto provvedimento,
palesemente infondato ed ingiusto.
Tuttavia, allo scopo di meglio comprendere i motivi di detta richiesta
che verranno di seguito elencati specificatamente ed ancor prima di
analizzare i possibili specifici vizi di incostituzionalità,
inesistenza, nullità ed inefficacia del provvedimento medesimo, appare
opportuno premettere che in forza del dodicesimo comma dell’art.23 della
legge 24/11/1981 n.689 è stata abbandonata la tradizionale presunzione
di legittimità dell’atto amministrativo, a fronte della quale era
l’opponente a dover fornire la prova del contrario: attualmente, invece,
in analogia ai principi vigenti in materia di illecito penale, spetta
alla P.A. fornire la dimostrazione della sussistenza della violazione
amministrativa e dell’inadempimento di essa in capo ai ricorrenti tanto
che in mancanza di detta prova, non sussistendo prova sufficiente sulla
responsabilità dell’opponente medesimo, il ricorso deve necessariamente
essere accolto.
Si consideri inoltre come più volte la Cassazione Civile, con relative
sentenze, tra le quali si rende opportuno elencare la n.9909/01, la
n.3522/99, la n.2734/02, la n.3350/01, la n.693/99, la n.3939/98, la
n.6302/96, la n.2988/96, la n.12846/95, la n.12545/92 e la n.12189/92,
abbia sempre confermato come ad un verbale di accertamento non possa
essere attribuito valore di piena prova sino a querela di falso. Ciò nel
senso che l’accertamento delle violazioni delle norme sulla velocità
mediante uno strumento debitamente omologato potrà ritenersi provato
sulla base della verbalizzazione dei rilievi delle apparecchiature,
facendo in effetti il verbale piena prova fino a querela di falso
dell’effettuazione degli eseguiti rilievi medesimi mentre le loro
risultanze potranno assurgere ad elemento di prova solamente in base a
concrete circostanze di fatto.
Con la proposta opposizione il Giudice rimane in sostanza così adesso
investito di un potere-dovere di esaminare l’intero rapporto, con
cognizione che non è limitata alla legittimità formale dell’atto, ma si
estende – nell’ambito della deduzione delle parti – all’esame completo
del merito della pretesa fatta valere con l’ingiunzione per stabilire se
la stessa sia fondata o non o, quanto meno, se lo sia in tutto o in
parte (consultate sul punto la Sentenza della Cassazione del 21-9-1998
al n.9433).
Ugualmente utile appare opportuno, analizzando i singoli vizi che hanno
caratterizzato l’intero procedimento amministrativo e che saranno di
seguito meglio analizzati, tenere ben presente il suddetto art.23 della
legge 24/11/1981 n.689, dove al suo sesto comma così dispone:
“Nel corso del giudizio il Giudice dispone, anche d’ufficio, i mezzi di
prova che ritiene necessari e può disporre la citazione di testimoni
anche senza la formulazione di capitoli”.
MOTIVI

1) Vizio di legittimità per manifesta violazione di legge con
contestuale vizio di forma per errata motivazione riportata sul verbale
di accertamento finalizzata a giustificare la mancata immediata
contestazione della riscontrata infrazione.
L’art. 4 della legge 168/2002 introduce una deroga alla regola generale
della contestazione immediata delle infrazioni al c.d.s. solamente su 4
categorie di strade: in particolare le lettere A, B, C e D dell’art. 2
comma 2 c.d.s.
Da osservare che mentre nel caso di strade di categoria A e B la
procedura di contestazione differita è applicabile ex lege, sulle strade
di categoria C e D sarà utilizzabile solo dopo l’emissione di un idoneo
provvedimento da parte del Prefetto territorialmente competente; nel
caso di specie il Decreto è stato dapprima riqualificato (con
indicazione specifica delle strade considerate effettivamente
pericolose) in relazione alle strade provinciali, ipotesi che ci
riguarda direttamente, non solo dal prot.178/03/AREA 4 del 16.1.04
come del resto indicato sull’accertamento di infrazione, ma anche da una
ulteriore riqualificazione avvenuta il 24.1.05 come meglio dimostra
l’allegato che si produce (doc. n.3).
Pertanto l’attuale Decreto Prefettizio non assume la veste del prot. n.
178/03/AREA 4 del 16.1.04 così come erroneamente indicato sul verbale di
accertamento.
Appare in via preliminare pertanto evidente la sussistenza di un vizio
di forma tale da inficiare di nullità l’accertamento di infrazione
notificato (oltre che ovviamente del conseguente provvedimento
sanzionatorio) per errata motivazione addotta come giustificante ai fini
di una contestazione differita.
Sussiste poi, sempre in relazione alla medesima causale, un vizio di
legittimità per violazione di legge tra l’altro rilevabile anche di
ufficio dal Giudice (mancata indicazione avvenuta seconda
riqualificazione delle strade provinciali); bisogna tener presente
infatti la strettissima connessione che lega l’attuale effettivo decreto
prefettizio con la legge n.168/02.
Tali suddetti vizi ovviamente comportano, disgiuntamente tra di loro, la
nullità non solo dell’accertamento di infrazione notificato ma anche del
conseguente provvedimento sanzionatorio.
2) Difetto di titolarità della Polizia Municipale di x.
Si rileva inoltre che il già citato Decreto del Prefetto x,
conformemente alle successive riqualificazioni delle strade all’uopo
considerate pericolose (consultate per intero l’allegato n.3 già
indicato), non autorizza assolutamente il Comune di x ad effettuare i
rilevamenti delle violazioni al c.d.s. come quelle nel caso di specie,
in postazione fissa, bensì detta autorizzazione è riservata solamente
agli Enti Comunali di x.
Solamente per tale motivo l’operato della Polizia Municipale di x si
presenta doppiamente viziato di legittimità sotto il profilo di una
incompetenza e di un eccesso di potere. In sostanza, l’attività
amministrativa compiuta dagli agenti accertatori, dovrà senz’altro
considerarsi priva di valenza giuridica ed il conseguente verbale
opposto andrà qualificato come inesistente, ovvero nullo o, comunque,
inefficace.
Dalla palese violazione delle suddette prescrizioni da parte dell’ente
municipale consegue la caducazione ex tunc di qualsivoglia profilo di
illiceità amministrativa (o responsabilità contravvenzionale che dir si
voglia) a carico dell’opponente, nel rispetto di un canone generale di
tutti gli ordinamenti giuridici: il principio secondo il quale da un
comportamento illegittimo non possono mai derivare effetti favorevoli
per l’autore dello stesso o per chi ne è stato parte.
3) infrazione non immediatamente contestata con conseguente vizio di
legittimità per manifesto eccesso di potere.
L’art. 4 della legge 168/2002 introduce una deroga alla regola generale
della contestazione immediata delle infrazioni al c.d.s. solamente su 4
categorie di strade: in particolare le lettere A, B, C e D dell’art. 2
comma 2 c.d.s. .
Da osservare che mentre nel caso di strade di categoria A e B la
procedura di contestazione differita è applicabile ex lege, sulle strade
di categoria C e D sarà utilizzabile solo dopo l’emissione di un idoneo
provvedimento da parte del Prefetto territorialmente competente; nel
caso di specie il Decreto Prefettizio attualmente vigente in Pisa.
Con detto decreto il prefetto ha individuato le strade della provincia
di Pisa che sono da ricomprendersi all’interno della categoria C, e tra
queste rientra anche la S.R.T. 206, specificando, comunque, che “La
classificazione del tipo “C” è limitata alle tratte stradali esterne ai
centri abitati- Le tratte delle sopraindicate strade correnti
all’interno dei centri abitati sono classificate tipo “F” .“
A mente dell’art. 2 comma 2 c.d.s. le strade di categoria F sono
definite “locali”.
Poiché l’art. 4 della legge 168/2002 consente di derogare alla
contestazione immediata solamente sulle strade di categoria A, B, C, e
D, di conseguenza su tutte le altre categorie di strade resta
applicabile la regola generale della contestazione immediata.
Nel caso di specie la contravvenzione elevata a carico del ricorrente,
in base al chilometro indicato sul verbale, è stata rilevata all’interno
di un centro abitato; pertanto, in base al decreto 178/2002 del Prefetto
x tale tratto di strada è da considerarsi di categoria “F”.
Poiché l’art. 4 della legge 168/2002 consente agli organi di polizia di
non contestare immediatamente le infrazioni rilevate solo su strade, o
tratti di esse, di categorie A, B, C o D, su tutte le altre tipologie di
strade dovrà essere effettuata la contestazione immediata, salvo che,
conformemente ai requisiti richiesti dall’art. 201 c.d.s., non venga
fornita una motivazione sufficiente a giustificare la mancata
contestazione immediata.
Nel caso di specie la Polizia Municipale di Santa Luce non fornisce
alcuna motivazione, se non quella, palesemente non applicabile al caso
di specie, di trovarsi su un tratto di strada che a norma dell’art. 4
della legge 168/2002 e del decreto del prefetto di Pisa n. 178/2002 non
richiede contestazione immediata.
La ratio della limitazione introdotta dall’art. 4 della legge 168/2002
risiede nell’ovvia considerazione che sulle strade di categoria
A(autostrade) e B (strade extraurbane principali), la velocità
generalmente tenuta dalle auto è tale da giustificare, sull’altare della
sicurezza degli utenti della strada e degli agenti accertatori, il
sacrificio del diritto di difesa conseguente dalla mancata contestazione
immediata delle infrazioni rilevate.
Tale limitazioni possono estendersi alle strade di categoria C (strade
extraurbane secondarie) e D (strade urbane di scorrimento) sul
presupposto che anche su tali tratte possono essere raggiunte velocità
comunque elevate.
Alla luce di queste logiche considerazioni si capisce come mai il
Legislatore non abbia esteso la possibilità di derogare alla regola
generale della contestazione immediata sulle altre tipologie di strade,
tra cui quelle di categoria F; su tali vie, infatti, la velocità
comunemente tenuta dagli automobilisti è tale da consentire, almeno in
potenza, la contestazione immediata delle infrazioni (sussistendo
peraltro la possibilità, da parte degli Enti all’uopo preposti, di
applicare sull’asfalto i così denominati “deceleratori”), salvo
ometterla nel caso di oggettivi elementi impeditivi di cui, tuttavia,
deve essere dato conto nel verbale di contravvenzione stesso.
4) Mancato rispetto dei dettami legislativi imposti dall’art.4, 3’ comma
della legge n.168/02 richiamata sul verbale proprio dalla Polizia
stradale verbalizzante con conseguente lesione dell’art.24 della
Costituzione della Repubblica Italiana.
Ferma rimanendo le eccezioni di cui ai punti precedenti ovviamente
assorbenti rispetto a tutte le altre, il ricorrente precisa di avere
confermato alla Polizia Municipale verbalizzante di avere in effetti
condotto la moto il giorno indicato sull’accertamento di infrazione sul
luogo oggetto dell’eseguito rilievo ma di avere altresì richiesto al
medesimo Ente (all. n.2 già citato) di poter prendere visione dei
sistemi fotografici o di una ripresa video e ciò allo scopo di
verificare le modalità di svolgimento del fatto attribuito come illecito
amministrativo.
Parte ricorrente ha tuttavia appreso dalla Polizia Municipale di x che a
disposizione del proprietario del veicolo sanzionato vi era una semplice
criptica foto attestante la commessa violazione e non, come richiesto,
una sequenza fotografica, o, ipotesi ancora più preferibile, una ripresa
video.
Detta sequenza fotografica o ripresa video è peraltro espressamente
imposta a carico degli agenti accertatori in base ai dettami dell’art.4,
3’ comma della già citata legge n.168/02 in quanto, essendo consentita
la contestazione di una infrazione in forma differita, quanto meno
dovranno stabilirsi con una certa sicurezza i motivi di una eventuale
violazione ai dettami del c.d.s. Tale comma peraltro così titola:
“la violazione deve essere documentata con sistemi fotografici, di
ripresa video o con analoghi dispositivi che, nel rispetto delle
esigenze correlate alla tutela della riservatezza personale, consentano
di accertare, anche in tempi successivi, le modalità di svolgimento dei
fatti costituenti illecito amministrativo, ……..”.
Anche a causa di tale vizio il provvedimento sanzionatorio adottato deve
pertanto considerarsi nullo, inesistente o comunque inefficace.
Non avere adempiuto ai suddetti dettami ha di fatto compromesso le
capacità difensive della parte ricorrente (espressamente tutelate
dall’art.24 della Carta Costituzionale) la quale si trova adesso
impossibilitata a dimostrare la necessità, nel caso di specie, di una
improvvisa accelerata (sussistendo di fatto così una causa di esclusione
della responsabilità ex art.4 della legge n.689/81 ed adesso
difficilmente dimostrabile ex post per le mancanze della Polizia
Municipale) dettata da motivi contingenti per responsabilità altrui ed
altresì atta ad evitare un sinistro stradale stante infatti la presenza
di altri mezzi di trasporto.
Considerato quanto appena indicato al presente punto n.4 dei suddetti
motivi di opposizione, in forza del dodicesimo comma dell’art.23 della
legge 24/11/1981 n.689, il presente ricorso dovrebbe trovare ugualmente
accoglimento proprio perché l’esponente non è stato posto in grado di
dimostrare l’effettiva esistenza, nello specifico caso concreto, della
già citata causa di esclusione della responsabilità ex art.4 legge 689/81.
5) mancanza di prova rigorosa sulla perfetta funzionalità
dell’apparecchio utilizzato, Traffiphot III SR, specie in relazione alle
dovute periodiche tarature.
Il ricorrente ricorda come la Polizia Municipale abbia notificato un
verbale di accertamento di una infrazione compiuta ai sensi dell’art.
142/8 del C.d.S. mediante utilizzo di uno strumento (Traffiphot III SR)
la cui perfetta funzionalità, secondo quanto sostenuto dai
verbalizzanti, era stata verificata prima dell’uso.
Poiché l’esponente ha invece fondati dubbi, anche in relazione alle
causali che saranno di seguito sotto elencate, che la strumentazione, al
momento degli eseguiti rilievi, avesse in realtà ricevuto idonee ed
adeguate tarature, conformemente alla decisione della Cassazione Civile
(consultate la sentenza n.8515 del 22.6.2001), sussiste così una ipotesi
di contestazione su una contravvenzione, dovrà essere il resistente
(quindi la P.A.) a doverne provare il corretto funzionamento mediante il
deposito di tutta la documentazione relativa al mezzo utilizzato.
Sul punto in questione si richiama peraltro all’attenzione del soggetto
giudicante, tre recentissime decisioni adottate da altrettanti Giudici
di Pace diversi (all. n.4, n.5 e n.6) (dopo la “circolare” del Ministero
dell’Interno del 30.6.05 e rubricata al n.300/A/1/43252/144/5/20/3), le
quali hanno nuovamente evidenziato l’esistenza, al momento ancora
irrisolta, di una lacuna legislativa riguardante il codice della strada
in relazione alle norme effettivamente applicate in Italia per ciò che
attiene alla revisione periodica delle tarature dei dispositivi di
misura della velocità.
Come accertato dai suddetti tre Giudici infatti detta strumentazione
appare del tutto inaffidabile se non sottoposta, come all’uopo statuito
dalla Legge n.273/1991 (in Italia mai applicata), a periodiche verifiche
di funzionalità presso appositi centri SIT.
Il riferimento è alle sentenze del 7.7.05, del 10.10.05 e del 21.11.05
dove i soggetti giudicanti hanno espressamente statuito che:
a) prima di ogni singolo accertamento l’apparecchio deve essere
sottoposto ad adeguata taratura mentre nei casi specifici ciò non si era
verificato o quanto meno non era stata adeguatamente fornita prova in
tal senso;
b) sussiste un conflitto di interessi qualora la revisione periodica
venga effettuata ad opera della stessa azienda costruttrice e ciò a
causa di una sicura violazione del principio di indipendenza dei
laboratori di taratura che vige in metrologia; in sostanza solo i centri
SIT previsti dalla legge 273/91 potrebbero garantirne la terzietà.
Mentre uno dei suddetti Giudici ha ricalcolato la velocità (in forma
convenzionale) che il mezzo sanzionato poteva in effetti avere al
momento dell’eseguito rilevamento (velocità ovviamente inferiore
rispetto a quella riscontrata dagli accertatori e ciò analogamente ad
una decisione presa il x nella causa catalogata al x e la cui sentenza
non è ancora stata redatta) gli altri Giudici, addirittura, non hanno
neppure preso in considerazione le risultanze degli agenti!
L’esponente condivide senz’altro tali motivazioni in quanto la Polizia
Municipale non ha sino ad ora dimostrato che lo strumento in dotazione
sia stato in effetti assoggettato ad un controllo periodico anche per
quanto attiene alle necessarie dovute tarature secondo i parametri
indicati dal 2’ comma dell’art.345 del regolamento del C.d.S. che
consentono di verificare se lo strumento sia eventualmente affetto da
tutta una serie di errori anche sistematici.
In Italia infatti, come del resto in Europa, esistono e vengono
applicate norme tecniche come la UNI 30012 il cui campo di applicazione
è relativo agli apparecchi “..i cui risultati della misurazione sono
utilizzati per dimostrare la conformità a determinati requisiti” che,
come i rilevatori di velocità, necessitano di una taratura periodica
annuale.
Tali norme, che insieme alle norme OIML-R91 (Organizzazione
Internazionale di Metrologia Legale) relative alla taratura di
Misuratori di Velocità vengono applicate negli Stati membri UE, al
par.4.11 prevedono la Taratura come parte essenziale della manutenzione
periodica di uno strumento.
Taratura periodica da effettuarsi presso uno dei centri di taratura
autorizzati (Centri SIT), scelti tra quelli pubblicati annualmente nella
G.U. su decreto del Ministero dell’Industria ed Artigianato, d’intesa
con il Ministro della Ricerca Scientifica, ai sensi della Legge 11.8.91
n.273 e successive modificazioni e non il semplice controllo effettuato
dall’agente o dal tecnico della Società che gestisce lo strumento
rilevatore che possono verificarne il funzionamento ma non che le misure
siano corrette e non affette da errori.
A tale proposito è opportuno citare la sentenza del Tribunale di Lodi
n.363/00 del 22.5.00 (peraltro richiamata dai tre Giudici nelle suddette
sentenze) fondata su perizia tecnica eseguita sull’Autovelox mod.104/C2
eseguita dal Dott. Paolo Soardo direttore dell’istituto Elettrotecnico
Nazionale Galileo Ferraris di Torino, ente supremo Nazionale in materia
di Metrologia istituito con la sopra menzionata legge 273/91, dove tra
l’altro viene riportato che: “In assenza di tarature, non è possibile
correggere eventuali errori sistematici di uno strumento, né rilevare e
conseguentemente correggere, errori derivanti da variazioni nel tempo
delle sue caratteristiche metrologiche, dovute ad esempio a variazioni
delle regolazioni interne intervenute durante l’uso”.
Nel caso in questione, i possibili errori di misura derivanti dalla
mancanza di tarature, ed in particolare dal possibile disallineamento
dei due fasci laser intervenuto nel tempo e con l’uso, possono portare a
valori dell’incertezza di misura dal +/-14,7% al +/-15,9% diventando
così in questo caso uno strumento illegittimo (consultate il già citato
2’ comma dell’art.345 del regolamento del C.d.S. il quale afferma che
non possono essere impiegate per l’accertamento dell’osservanza dei
limiti di velocità, apparecchiature con tolleranza strumentale superiore
al 5%).
Nelle conclusioni della suddetta sentenza viene anche detto: “In tema di
determinazione dell’osservanza dei limiti di velocità, non possono
essere considerate fonti di prova le risultanze di apparecchiature
solamente omologate, ma è necessario che tali risultanze siano
riferibili a strumenti la cui funzionalità ed affidabilità siano
previamente e periodicamente certificate e documentate dagli Enti
preposti a tali controlli al fine di eliminare qualsiasi dubbio sulla
certezza ed attendibilità della misurazione. Tale preventivo controllo
risulta ancor più indispensabile se si considera che la misurazione
della velocità costituisce accertamento di un momento di per sé
irripetibile.
Pertanto, alla luce delle predette considerazioni, in relazione alla
presunta infrazione rilevata dalla Polizia Municipale di x, così come
del resto già sancito precedentemente alla circolare ministeriale di cui
sopra dal Giudice di Pace di Siena, di Pisa e di Viareggio nelle
rispettive sentenze del 4.2.05, del 7.3.05 e del 30.5.05 (all. n.7, n.8
e n.9) nonché dal Giudice di Pace di Lecce con apposita sentenza del
15.4.05 rubricata al n.1220 (all. n.10 – sentenza che peraltro essa
stessa richiama sul punto numerosissime altre analoghe decisioni
adottate dai vari Giudici interessati), sino a che non venga dimostrato
che lo strumento utilizzato sia in effetti provvisto di regolare e
recente certificato di taratura SIT (al momento nel caso di specie non
documentato), i rilevamenti effettuati dall’apparecchiatura stessa non
potranno essere considerati fonte di alcuna prova.
Sempre il ricorrente è infatti fermamente convinto che tutte le citate
pronunce di merito abbiano opportunamente evidenziato la necessità di
colmare le lacune del Nuovo Codice della Strada mediante normative
specialistiche in materia di strumenti di misurazione, poiché anche i
“rilevatori elettronici di velocità” non sono altro che strumenti di
misura.
Una “circolare” come quella del Ministero dell’Interno e rubricata al
n.300/A/1/43252/144/5/20/3 del 30.6.05 la quale, interpretando il
decreto n.1123 del 16.5.05 emesso dal Direttore Generale della
Motorizzazione, Ing. Sergio Dondolini, ritiene che (consultate l’art.4
del decreto stesso) il dispositivo “Autovelox 104/C-2” (e di conseguenza
anche tutti gli altri strumenti) debba essere periodicamente revisionato
in termini non superiori ad un anno sotto il profilo proprio delle
suddette tarature solo se utilizzato in postazione fissa ed in ogni caso
ammette che la revisione medesima possa essere effettuata dalla stessa
ditta costruttrice, non può assolutamente avere valore di giurisprudenza
nè porsi in contrasto con una legge dello Stato (Legge273/91); se così
fosse dovrà essere disapplicata e non tenuta in considerazione. In ogni
caso in merito, dovrà rimanere fermo il principio del libero
convincimento di un Giudice.
Infine parte ricorrente ritiene opportuno chiedere, in base all’art. 210
c.p.c., l’esibizione del rapporto di servizio in riferimento al giorno
di rilevamento della violazione del c.d.s. oltre che di tutta la
documentazione attestante l’ordinaria manutenzione.
Per i sopra citati motivi, oltre che per ogni altro che l’esponente si
riserva di enunciare, col presente atto
RICORRE
alla S.V. Ill.ma affinchè, previo assolvimento della procedura di rito e
reietta ogni contraria istanza ed eccezione, si compiaccia dichiarare il
provvedimento impugnato inesistente, ovvero nullo o, comunque,
inefficace e pertanto privo di qualsiasi effetto nei confronti del
ricorrente, revocando tutte le ingiunzioni e le sanzioni in esso
previste con vittoria di spese, come per legge e con il riconoscimento
di un risarcimento danno ex art.96 c.p.c..
Parte ricorrente, qualora venga confermato l’indicato difetto di
titolarità di cui al punto n.2 dei motivi di opposizione e come tale,
dagli accertamenti in corso di causa che saranno effettuati, ascrivibile
a dolo del soggetto verbalizzante, indica tale richiesta di risarcimento
danni in EURO 1.000,00 mentre nella minor somma di EURO 700,00 in
ipotesi della minore responsabilità di colpa grave.
Con l’ulteriore ed ovvia richiesta in ogni caso, nel frattempo, della
provvisoria sospensione del provvedimento impugnato oltre che di ogni
riserva in via istruttoria oltre a quella già in precedenza indicata.
Si produce i seguenti allegati:
n.1: originale accertamento di infrazione notificato;
n.2): copia lettera inviata dal ricorrente alla Polizia Municipale
verbalizzante;
n.3): copia decreto Prefettizio con successive avvenute riqualificazioni;
n.4: copia sentenza Giudice di Pace di Bari del 7.7.05;
n.5: copia sentenza Giudice di pace di Pisa del 10.10.05;
n.6): copia sentenza Giudice di pace di Pisa del 21.11.05;
n.7): copia sentenza Giudice di Pace di Siena del 4.2.05;
n.8): copia sentenza Giudice di Pace di Pisa del 7.3.05;
n.9): copia sentenza Giudice di Pace di Viareggio del 30.5.05;
n.10): copia sentenza del Giudice di Pace di Lecce del 15.4.05.
Con ossequio.
x


---------------------------------------------
(x)
luca
2009-11-20 22:53:41 UTC
Permalink
Post by Euclide
Post by luca
Ciao, sono stato multato per eccesso di velocità da un dispositivo
Ringrazio per i consigli...
Ufficio Del Giudice di Pace di x
[cut]

Ti ringrazio!
Ciao
Candido
2009-11-20 20:30:17 UTC
Permalink
Post by luca
Ringrazio per i consigli...
Paga la multa, visto che mi sembra sacrosanta.
--
Candido
Continua a leggere su narkive:
Loading...